Cusano Milanino, due pregiudicati litigano col barista e poi sparano ai carabinieri: arrestati

A Cusano Milanino, due pregiudicati litigano con un barista e poi sparano ai carabinieri. Vengono arrestati. Hanno prima litigato con il gestore di un bar di Cusano Milanino e poi sono andati a prendere un’arma. Mentre i due pregiudicati sono andati a reperire una pistola, il barista aveva già chiamato i carabinieri. Appena tornati nella struttura, sparano contro le forze dell’ordine e il barista. I carabinieri, anziché rispondere al fuoco, hanno deciso di inseguirli. Dopo averli presi, li hanno bloccati e portati in questura. Il tutto è avvenuto incredibilmente senza che nessuno restasse ferito. La lite è avvenuta intorno l’una di notte di sabato.

Secondo quanto riportato dai carabinieri del Comando provinciale di Milano, i due pregiudicati hanno litigato con il titolare di un bar in via Sormani, a Cusano Milanino. Il proprietario della struttura è un cinese di 28 anni. Stava chiudendo il bar, ma i due pregiudicati volevano entrare ugualmente ed essere serviti. Il barista si è rifiutato e da qui è scaturita la lite. Sul posto sono giunti i carabinieri della Compagnia di Sesto San Giovanni (Milano). Il titolare stava raccontando alle autorità quanto era avvenuto.

Milano, scippata per strada: muore per un malore – LEGGI QUI

Si trovavano fuori dal bar. All’improvviso, i due sono tornati armati di una semiautomatica e hanno fatto fuoco. Dopo un breve inseguimento e una colluttazione, le forze dell’ordine hanno avuto la meglio. M.A. e C.B., entrambi 26enni, sono stati così arrestati. Dall’arma, probabilmente rubata, sono partiti quattro/cinque colpi. I due sono ora accusati di tentato omicidio aggravato, danneggiamenti, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.