I sospetti di Madè Neumair: pensa che Benno possa aver ucciso la nonna

Nella puntata di Chi l’ha visto in onda il 24 marzo 2021, sono stati mostrati degli importanti documenti relativi alla vicenda di Peter e Laura Neumair. I coniugi di Bolzano sono stati uccisi da Benno, che ha confessato qualche giorno fa. Ma su questa storia, ci sono davvero ancora moltissime ombre. Ad esempio ci sono dei documenti che mostrano come Madè, la sorella di Benno, avesse paura di suo fratello e temesse anche per gli altri. In particolare, la ragazza, arrivò a pensare che Benno potesse aver ucciso la nonna…

Ed è per questo che il programma condotto da Federica Sciarelli ha analizzato anche questa parte della storia: nella puntata di ieri del programma di Rai 3 si è scavato anche nella vita di Benno, nel presente. Che cosa ha fatto pochi giorni dopo la morte dei suoi genitori? Benno ha lasciato dopo aver ripulito per bene, la casa in cui viveva con sua madre e con suo padre. E’ andato a vivere con una amica e si è molto avvicinato a una zia, sorella di Laura, forse una delle poche persone che credeva nella sua innocenza. E in quegli stessi giorni, è andato anche in casa della nonna. E c’è di più: avrebbe voluto anche fargli una flebo.

Ma ricostruiamo questa vicenda.

Madè sospetta di suo fratello Benno anche per la morte della nonna

La nonna di Benno torna a casa dopo esser stata dimessa dall’ospedale proprio i primi di gennaio. Il 4 Laura, prima di essere uccisa era proprio a casa della sua mamma, dove si era recata in bici. Quello stesso giorno lei e Peter vengono uccisi e alla anziana donna non viene detto nulla della scomparsa di sua figlia. La vedrà per l’ultima volta proprio il 4 gennaio. Arriviamo a metà mese quando Benno si trova in casa di sua nonna con la zia Elisabetta, una sorella di Laura. La badante della nonna capisce che Benno vuole provare a farle una flebo e si mette quindi subito in contatto con la terza sorella. Lei dice a Benno di non fare nulla che non ne ha le competenze. Lui le dice che ha parlato con un infermiere e che è stato in qualche modo autorizzato. La donna lo minaccia: se procederà con la flebo chiamerà le forze dell’ordine. Si mette poi anche in contatto con l’infermiere di cui Benno le aveva parlato ma scopre che tra loro non c’è stato nessun contatto.

Le condizioni di salute della nonna di Benno peggiorano e qualche giorno dopo morirà. A questo punto Madè vuole vederci chiaro. Spiega alle forze dell’ordine che quando la nonna era morta in casa con lei c’era la stessa zia presente in occasione della flebo e non esclude che possa aver fatto entrare in casa Benno. Dice di aver paura che il fratello possa averle iniettato qualcosa e senza girarci troppo intorno dice che ha paura che possa averla uccisa. Per questo cercherà anche sulle braccia della nonna eventuali buchi, per capire se la sua tesi fosse fondata o meno.

Il terrore di Madè è evidente. Dal primo giorno lei ha capito che era stato Benno a uccidere sua madre e suo padre e aveva ance paura per tutti gli altri. Sono passati più di due mesi dalla morte della nonna di Benno e immaginiamo che ci sia stato modo di capire che la signora si è spenta in modo naturale. Ma i sospetti di Madè e le sue paure fanno capire quanto questa famiglia fosse terrorizzata dalla mente di Benno e dal fatto che potesse davvero arrivare a fare qualsiasi cosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.