Ventimiglia aggressione: morto 54enne, fermati 4 romeni


Imperia. Violenza gratuita e inaudita verso un cinquantatreenne intervenuto a difesa del figlio, appena ventenne. Tutto è successo nella località Torri, centro vicino a Ventimiglia, la notte scorsa. Walter Allavena, questo è il nome della vittima, abitante a Ventimiglia, è stato ucciso a calci e pugni da un gruppo di rumeni, mentre cercava di difendere il proprio figlio da un’aggressione portata a termine da un gruppo di extracomunitari.

Il tutto sembra scaturito per futili motivi. Un ventenne, il figlio di Allavena mentre era in compagnia di amici, ha avuto una discussione con un gruppo di extracomunitari, forse a causa di un cane. Tra i due gruppi sarebbe scoppiata una piccola rissa, ma poi tutti si sarebbero allontanati, facendo pensare che la questione fosse risolta.

Sembrava tutto finito, un alterco passato. Invece gli extracomunitari successivamente, si sono diretti sotto casa del giovane ventenne che stava rientrando e hanno cominciato a picchiarlo.

Sentendo le urla e il tafferuglio, il padre del ragazzo che ha riconosciuto il figlio è subito intervenuto per cercare di sedare gli animi e riportare la tranquillità. Invece il gruppo si è accanito contro l’uomo con calci e pugni, fino ad ucciderlo.


La polizia, intervenuta sul posto, sta cercando di ricostruire la dinamica dei fatti che hanno portato al pestaggio mortale dell’uomo. Per questo ha fermato una decina di rumeni, tra cui spera di individuare gli aggressori di Walter Allavena. Oltre agli extracomunitari, sono stati fermati alcuni italiani come testimoni e il figlio della vittima, ancora sotto shock per l’accaduto.

Teresa Corrado


  • Tag

1 commento per “Ventimiglia aggressione: morto 54enne, fermati 4 romeni”

  1. 10 Maggio 2011

    […] […]

    Commenta l'articolo


    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Riscontrata interferenza con Ad Blocker

    Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

    Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

    Grazie per il supporto, buona lettura!

    Close