Mario Monti da Kiev elogia l’Italia e gli italiani

C’era anche lui ieri in tribuna per seguire Spagna-Italia la finale di Euro 2012. Qualcuno ha commentato la sua presenza ironicamente dicendo che ha portato un tantino sfida ma lui si dice orgoglioso della nazionale italiana. Stiamo parlando di Mario Monti che per i 90 minuti ha seguito la gara, ha presenziato alla premiazione e in seguito ha anche risposto alle domande dei giornalisti Rai. Dice di esser stato onorato per aver potuto partecipare a un simile evento. Ringrazia i calciatori che hanno fatto riunire l’Italia e hanno regalato un sogno anche se alla fine l’epilogo non è stato quello sperato. Non poteva però mancare la domanda su un’affermazione che qualche settimana fa fece infuriare Prandelli e i giocatori dell’Italia.

Il premier aveva lanciato la provocazione dopo le vicende sul calcioscommesse: sospendere i campionati per qualche anno per togliere via tutte le mele marce. Ha ancora questa idea? Monti sottolinea che la sua affermazione non riguarda il mondo del calcio pulito, quello bello, quello che anche lui ha sempre seguito soprattutto in passato essendo un grande tifoso del Milan. Bisogna fare in modo che nel calcio ci sia solo gente onesta come quella che abbiamo visto nella nostra nazionale, questa la convinzione del premier che cerca quindi di ridimensionare in parte le sue affermazioni.

E poi per concludere domanda sulla crisi: quanto ancora gli italiani dovranno resistere? ” La luce alla fine del tunnel sta per essere intravista, bisogna resistere ancora un pò e poi tutto inizierà ad andare nel modo migliore” queste le dichiarazioni di Monti intervistato alla fine di Spagna-Italia da Amedeo Goria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.