Eurostar Roma-Lecce contro un tir: morto il macchinista

Un Eurostar, Freccia Argento, si è scontrato contro un tir in Puglia. Da quello che si apprende il treno era partito da Roma Termini ed era diretto a Lecce quando, in prossimità di Cisternino (vicino Brindisi) si è scontrato contro un camion che ha attraversato il passaggio a livello mentre la barra si stava già chiudendo. Purtroppo c’è stato un morto: a perdere la vita è stato uno dei macchinisti di bordo. Il treno è deragliato e ci sono anche diversi feriti, più o meno gravi. Adesso i vigili del fuoco sono al lavoro per tagliare il groviglio di lamiere del locomotore del treno, dove è morto il macchinista. Tutti i passeggeri, scioccati dall’accaduto (circa 200) sono stati soccorsi ed i feriti sono stati trasportati agli ospedali di Fasano e di Ostuni. Ovviamente l’incidente implica lo stop della circolazione ferroviaria sulla linea Bari-Lecce. L’incidente, per la precisione, è avvenuto al passaggio al livello della strada provinciale 7 di Cisternino. I passeggeri che sono rimasti illesi al momento di trovano sul marciapiede della stazione di Cisternino e sono in attesa del pullman sostitutivo che li porti alle stazioni di Brindisi e di Lecce, dove il treno avrebbe fatto capolinea.
Il binario Nord-Sud e’ potenzialmente libero e dovrebbe essere riaperto al traffico ferroviario non appena ci sara’ il via libera delle autorita’ giudiziarie. Questa la nota della società Rfi:

”Da una prima ricostruzione  risulta che un camion ha indebitamente attraversato il passaggio a livello sulla Strada Provinciale 7, violando il Codice della Strada (articolo 147), mentre le sbarre erano in chiusura rimanendo sulla sede ferroviaria. Inevitabile l’impatto con il treno Frecciargento 9351 (Roma – Lecce) che e’ uscito dai binari”. ”Sono in corso di acquisizione – prosegue Rfi – informazioni ufficiali circa feriti e contusi. I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana e di Trenitalia sono immediatamente accorsi sul posto. Le Societa’ del Gruppo FS, Rete Ferroviaria Italiana e Trenitalia, hanno gia’ attivato le Commissioni d’inchiesta per stabilire la dinamica dei fatti”.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.