Manifestazioni studentesche in tutta Italia: scontri e feriti

E’ in corso da questa mattina la battaglia per difendere la scuola contro i tagli e l’austerity, messa in atto da parte degli studenti di tutta Italia. A Roma cinque studenti sono rimasti contusi nel corso dell’azione di dispersione del corteo in via XX Settembre. Secondo le ultime notizia uno studente ha riportato una ferita lacero-contusa alla testa ed è stato necessario l’intervento dell’ambulanza. Ci sono 15 arresti tra i manifestanti: tra questi molta gente che negli scontri con la polizia è rimasta contusa. Daniele Mirandola, il portavoce del Kollettivo Studentesco Autonomo -KSA – ha raccontato quella che è la situazione a Torino: «Abbiamo riportato 30 contusi per caduta a terra e due feriti a causa delle manganellate e delle cariche della polizia». «Una ragazza di 19 anni – spiega – e un ragazzo di 16 hanno subito ferite lacero-contuse alla testa e sono andati in ospedale,dove sono stati medicati», ha aggiunto. I racconti dei manifestanti di Roma sono drammatici: “Ci hanno picchiati, trascinati per terra e minacciati con un manganello puntato alla gola”. «Tre o quattro di noi – ha raccontato un liceale romano – sono stati bloccati e trascinati per terra dagli agenti. Qualcun’altro ha ricevuti calci alla schiena o è stato fermato con un ginocchio poggiato sulla nuca. È una cosa assurda, non si può reagire così». Tra gli agenti, invece, si contano quattro contusi. I momenti di tensione a Roma non sono mancati e, davanti a Porta Portese, si sono verificati dei tafferugli. La polizia ha caricato sui manifestanti, che si sono dispersi dopo aver tentato di sfondare un cordone degli agenti in tenuta antisommossa disposto di fronte Porta Portese. Il tentativo dei manifestanti di cambiare il percorso concordato è avvenuto a breve distanza da un altro blitz. Tra i fermi c’è anche un minorenne portato in commissariato: è un quindicenne del liceo romano “Virgilio”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.