Lele Mora a Piazza Pulita: tra tentato suicidio, Corona e Berlusconi

Lele Mora, o meglio Gabriele, visto che così vuole farsi chiamare l’ex agente degli artisti, sta facendo il giro del salotti televisivi e nella puntata di ieri di Piazza Pulita ha avuto diverso tempo a sua disposizione per parlare di diversi argomenti. Si va dall’appello a Fabrizio Corona: lo invita a tornare a casa e a costituirsi, soprattutto per il bene del suo bambino che deve sapere dove’è il suo papà. E poi si passa ad altri temi con il tentato suicidio in carecere e la vita difficile a Opera in una cella senza vetri da cui entrava il caldo in estate e il freddo in inverno passando per i momenti di gloria in cui l’uomo era ancora Lele Mora e si faceva massaggiare i piedi da gente come Francesco Arca.

Una lunga intervista durante la quale Corrado Formigli si è tolto anche qualche sassolino dalla scarpa visto che durante il suo lavoro per Annozero la redenzione di Mora non era ancora avvenuta e allora ottenere risposte con toni pacati non era affatto cosa semplice. E’ arrivato il momento di parlare di Emilio Fede, di Ruby, delle intercettazioni ma il succo è sempre lo stesso. “Berlusconi è stato generoso con me, lo conosco dal 1986 non da ieri; da quando sono uscito dal carcere non l’ho più sentito, molto probabilmente perchè i suoi avvocati gli hanno consigliato di non mettersi in contatto con me” queste le parole di Mora in risposta al conduttore. E poi parla di come gli amici non siano più li stessi e ci regala una perla di saggezza: “gli amici veri sono come i meloni devi aprirne tanti per trovarne uno solo buono”. E in effetti tutti quei ragazzi belli e giovani che erano con lui nelle sue ville lo hanno abbandonato ma anche qualcuno più anziano, vedi Emilio Fede, gli ha voltato le spalle.

E di Ruby cosa ci dice? Non sapeva che fosse minorenne, sui fogli compilati per la sua agenzia aveva dichiarato di avere 24 anni e di essere una ballerina di danza del ventre. Non ha mai portato escort o prostitute in giro nè tantomeno in quel di Arcore. Questa la sua versione, il resto lo faranno i giudici.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.