Trentino, abusi su disabile: pensionato si pente e tenta il suicidio

Arriva dal Trentino una vicenda dal sapore amaro. Per abusi su una disabile un pensionato si pente e tenta il suicidio. Si tratta di un pensionato di 66 anni e residente a Mestrino (Padova). L’uomo è ora indagato per abusi su una disabile dopo che ha tentato il suicidio. Proprio quest’ultimo avvenimento ha condannato il 66enne. Si pente e tenta l’estremo gesto, che ora gli costa una grave accusa: è ora indagato per violenza sessuale aggravata ai danni di una 30enne disabile.  La violenza è avvenuta ad agosto in una casa alpina in val di Sole (Trentino). L’uomo era entrato in un’associazione di volontari che porta i disabili in montagna e in questo periodo sono avvenute gli abusi sulla disabile. A causa dei sensi di colpa, l’uomo ha ingerito una notevole quantità di farmaci e ha tentato il suicidio. Suicidio che non riesce e storia che viene a galla. Seppur residente nel Veneto, gli abusi sono avvenuti in Trentino la scorsa estate; poi il pensionato si pente e tenta il suicidio. Una tragica vicenda che non si può certo dire sia finita bene. Il 66enne è stato denunciato ed è tuttora sottoposto a cure mediche per riprendersi dal gesto estremo che ha compiuto. Pare che sia stato lui stesso a fornire la tragica spiegazione ai soccorsi, che in seguito hanno reso nota la dichiarazione agli investigatori. Difficilmente qualcuno proverà pena per l’uomo, che ha rovinato la vita di una ragazza abusando della sua impossibilità di difendersi. Staremo a vedere se usciranno ulteriori aggiornamenti sul caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.