Ondata di caldo record: quanto durerà ancora?

caldo record

Quanto durerà ancora l’ondata di caldo record che sta attanagliando l’Italia in questi ultimi giorni? Ancora qualche giorno di temperature altissime e poi ecco che si registrerà un lieve ribasso, con rovesci locali che restituiranno temperature più normali e in linea con le medie stagionali. Già a partire dal fine settimana, primi temporali al Nord che rinfrescheranno e faranno scendere la temperatura di qualche grado. Nel weekend, rovesci locali potrebbero estendersi anche alle regioni centrali e del sud Italia: ma si tratterà di un fuoco di paglia perché poi dalla metà di luglio il caldo afoso tornerà a mettere in difficoltà gli italiani che mai come quest’anno dovranno prepararsi psicologicamente a una estate torrida, così come peraltro era stato annunciato a maggio dagli esperti meteo che avevano parlato di un luglio e di un agosto particolarmente afosi.

Le previsioni meteo per il momento stanno ricalcando fedelmente quanto affermato due mesi fa dagli esperti e il caldo torrido non sembra intenzionato ad arrestarsi: ci aspetta insomma una seconda parte di luglio sulla falsariga di questa prima settimana che è passata, con temperature che in alcuni casi arriveranno a toccare anche i quaranta gradi nelle ore di punta. E come sempre in questi casi scatta l’allarme caldo con i medici pronti a sconsigliare a bambini e anziani di uscire nelle ore considerate a rischio, quelle cioè che vanno dalle undici alle quattro del pomeriggio. Pochi i consigli da seguire: bere tanto, per prevenire la disidratazione, vestirsi con indumenti di cotone e evitare di stare al sole. Ancora, mangiare tanta frutta e tanta verdura, utile per ripristinare i corretti valori dell’organismo e combattere il caldo record.

LAURA CHIATTI SFIDA IL CALDO CON DEDICA D’AMORE A ENEA E MARCO BOCCI (FOTO)

L’estate 2015 non sarà certo come l’anno scorso, quando per tutto luglio e agosto si erano registrate forti piogge e temperature di molti gradi sotto la media! Per cui prepariamoci psicologicamente, l’ondata di caldo record non si placherà così facilmente…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.