Omicidio Gianna del Gaudio parla suo figlio: l’assassino non è un ladro

Sono passati quasi tre mesi dalla sera in cui qualcuno entrava in casa di Gianna del Gaudio e la uccideva senza pietà, quasi fino a decapitarla. Ma siamo davvero sicuri che ci sia un estraneo in questa vicenda? Ne è convinto il figlio di Gianna, Paolo, che parlando con i giornalisti di Giallo, presenta la sua personale ipotesi. Paolo non ha mai pensato che in questa triste storia potesse c’entrare qualcosa suo padre, lo ha sempre difeso schierandosi dalla sua parte. Oggi Paolo è convinto che in quella villetta sia entrato un estraneo ma che non fosse un ladro.

“Sono convinto che ad ammazzare mia mamma non sia stato un ladro, ma comunque una persona a noi sconosciuta. Per questo adesso abbiamo paura che, chiunque sia stato, possa tornare e uccidere anche noi”. Paura, angoscia, dubbio. Questi sono i sentimenti che si stanno addensando nella mente di Paolo Tizzani, il figlio minore di Gianna Del Gaudio, la professoressa di 63 anni uccisa con una coltellata alla gola il 26 agosto scorso nella sua villetta di Seriate, in provincia di Bergamo. L’unico indagato per il delitto, per il momento, è il marito Antonio Tizzani, ferroviere in pensione di 68 anni. E queste sono le parole che Paolo ha rilasciato ai giornalisti di Giallo che da quel maledetto 26 agosto seguono il caso e parlano spesso con i parenti della povera Gianna.

Ma chi potrebbe aver avuto dei motivi per uccidere Gianna? E perchè farlo sapendo che in quel momento in casa c’era anche suo marito? Spiega Paolo Tizzani a Giallo:“Io credo solo alle prove e finora non ci sono prove contro mio padre. A rivelarci la verità sarà solo quel Dna, unito al racconto fatto da mio padre. Lo ripeto ancora una volta: a uccidere non è stato un ladro, ma di certo qualcuno che ce l’aveva con mia mamma. Forse qualcuno la molestava e le chiedeva dei soldi”. Non fa nomi Paolo ma chi segue questa storia sa bene che c’è un chiaro riferimento a una persona che ha fatto parte della vita di questa famiglia. Paolo potrebbe riferirsi all’ex suocero di suo fratello, che dopo il matrimonio fallito di Mario avrebbe continuato a chiedere soldi alla famiglia Tizzani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.