Trento, studente morto dopo la festa di Halloween nello studentato Nest

trovato morto studente a trento

A Trento, un ragazzo di vent’anni è stato trovato senza vita nello studentato Nest di Via dei Solteri. Il giovane, Matteo Silini, la sera prima aveva preso parte ad una festa all’interno della stessa struttura, insieme ad alcuni amici. La serata era stata organizzata proprio per festeggiare in compagnia la notte di Halloween. La mattina dopo, gli amici sono entrati nella sua stanza, ma vedendolo addormentato hanno deciso di uscire. Quando, però, sono tornati nel pomeriggio, l’hanno ritrovato riverso sul letto, con difficoltà nella respirazione. Stando alle ultime notizie a nulla è servito l’intervento immediato dei soccorsi. Matteo, purtroppo, è morto.

RAGAZZO DI VENT’ANNI TROVATO MORTO NELLO STUDENTATO NEST DI TRENTO ULTIME NOTIZIE

E’ accaduto a Trento, un giovane di vent’anni è stato trovato morto dai suoi amici nella sua stanza, all’interno dello studentato Nest. I soccorsi sono subito arrivati sul posto. Ma l’intervento delle due ambulanze e dell’auto medica non è servito a nulla. Subito dopo il loro arrivo, Matteo Silini è morto. Sul luogo sono anche giunti la Polizia e la Scientifica. Quest’ultima ha fatto dei rilievi, proprio per ricostruire il caso. Stando alle ultime notizie, gli inquirenti stanno cercando di comprendere com’è davvero avvenuta la morte del giovane. Il direttore del Nest ha ammesso che tutti, all’interno dello studentato, sono sotto shock, compreso lui. Sappiamo che Matteo Silini frequentava il primo anno di università e i suoi compagni stavano, da poco, iniziando a conoscerlo. Il giovane era iscritto al Dipartimento di Ingegneria.

TUTTO CIO’ CHE SAPPIAMO SU MATTEO SILINI, TROVATO MORTO DOPO LA FESTA DI HALLOWEEN

Gli altri studenti universitari sono senza parole per quanto è accaduto. Il direttore ha spiegato che tutti si sono riuniti in assemblea, dove però nessuno aveva da esprimere molte parole. Per ora, sulle cause della morte del giovane a Trento nello studentato Nest non ci sono grandi novità. Attualmente si parla di un malore improvviso. Ma la Scientifica sta effettuando tutti gli accertamenti per chiarire la causa del decesso. La Procura della Repubblica ha scelto di non mettere sotto sequestro l’edificio e non ha voluto effettuare l’autopsia. I genitori di Matteo Silini si sono subito diretti nella città di Trento dalla Vallecamonica. La famiglia del giovane gestisce l’Hotel Adamello ed è molto conosciuta nell’alta valle. Il padre del ragazzo è anche proprietario della Sicos. Matteo Silini lascia anche una sorella di 17 anni. Nessuno riesce, per ora, a dare una motivazione valida per il malore improvviso dello studente. Infatti, sappiamo che quest’ultimo era un atleta, non fumava e portava avanti una vita sana. Il suo sogno era quello di diventare come il padre. Proprio per tale motivo, aveva scelto di seguire gli studi di Ingegneria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.