Siena, disabile si taglia le vene in tribunale: la sua casa finita all’asta


donna si taglia le vene in triunale

Siena, una disabile si taglia le vene in tribunale, dopo aver visto la sua casa finire all’asta. Le ultime notizie rivelano che la donna ha tentato il suicidio di fronte al giudice, a causa di quanto sta accadendo alla sua abitazione. Infatti, era appena arrivata un’offerta di acquisto per la sua casa e la disabile pare non sia riuscita a sostenere tutto ciò. La donna non riusciva più a pagare il suo mutuo da 500 mila euro, a causa di un incidente avvenuto sul lavoro nell’anno 2010.

SIENA, DISABILE TENTA IL SUICIDIO IN TRIBUNALE ULTIME NOTIZIE

Accade a Siena, una disabile ha tentato il suicidio in tribunale. La donna è un’imprenditrice che, nell’anno 2010, ha subito un incidente sul lavoro. Da quel momento in poi, ha dovuto affrontare la sua disabilità. A causa di ciò, la donna non è più riuscita a pagare il mutuo da 500 mila euro della sua casa. La dimora è stata così messa all’asta. Questa notizia ha ovviamente gettato nello sconforto la disabile, che ha visto uscire fuori la prima offerta di acquisto della sua abitazione. La donna non è così riuscita a mantenere la calma, tanto che ha scelto di togliersi la vita in tribunale.

L’incidente avrebbe causato nella donna grossi problemi, tanto che non sarebbe più riuscita a sostenere le spese legate al mutuo. Ma quest’ultimo non era legato alla casa, bensì ad alcune attività imprenditoriali. Pertanto, la banca è stata costretta a procedere attraverso le vie giudiziarie.

LA SUA CASA FINISCE ALL’ASTA E LEI SI TAGLIA LE VENE IN TRIBUNALE

Proprio questa mattina l’abitazione è stata messa all’asta. Qualcuno si sarebbe così mostrato interessato all’acquisto. La donna, Sandra Pelosi, dopo l’incidente ha visto dei cambiamenti nel suo mutuo e nelle sue posizioni sul lavoro. L’unico suo bene immobile era proprio questa casa, che si trova nel centro storico della città di Siena. La banca ha ipotecato l’abitazione, dopo che l’assicurazione si sarebbe rifiutata di pagare alla donna il risarcimento richiesto dopo l’incidente. Pertanto, dopo aver assistito alla prima offerta durante l’asta, la disabile ha preso dalle tasche una lama e si è tagliata le vene. Il suo intento era proprio quello di togliersi la vita. Sandra Pelosi è stata subito soccorso e portato all’ospedale di Siena. Le ultime notizie rivelano che la donna non è in pericolo di vita.

Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo