Portacomaro, geometra si presenta per fare una perizia per il pignoramento e viene ucciso dal titolare della casa

portacomaro ucciso geometra di 44 anni

A Portacomaro un geometra di 44 anni si presenta a casa di un anziano per il pignoramento e viene sparato. I colpi di pistola hanno anche raggiunto i soccorritori della Croce Verde. Dalle ultime notizie, sappiamo che il 44enne è morto. L’uomo era stato incaricato dal Tribunale ad eseguire una perizia preliminare per il pignoramento di un mobilificio molto conosciuto nella zona. Ma purtroppo la perizia a casa dell’anziano finisce in tragedia. Il tecnico non ha avuto neanche il tempo di effettuare i controlli, poiché è stato subito sparato.

PORTACOMARO, ANZIANO UCCIDE GEOMETRA INCARICATO DAL TRIBUNALE PER VALUTARE IL PIGNORAMENTO DELLA CASA ULTIME NOTIZIE

Tragedia a Portacomaro, in provincia di Asti, dove un geometra torinese è stato ucciso dall’ex titolare di un mobilificio. La tragica vicenda è avvenuta questa mattina, venerdì 9 novembre. La vittima, Marco Massano di 44 anni, si era presentato alla porta di Dario Cellino di 91 anni, dopo aver ricevuto l’incarico dal Tribunale di eseguire una perizia preliminare per un pignoramento. La sua visita è finita in tragedia. L’anziano commerciante ha iniziato subito a sparare dalla sua finestra non appena ha visto il geometra. Il tecnico si è accasciato sull’asfalto e Cellino si è dopo barricato in casa, minacciando tutti coloro che tentavano di avvicinarsi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e la Croce Verde. Dalla sua finestra, il 91enne ha sparato altri colpi di pistola contro i volontari, i quali si sono riparati inizialmente dentro l’ambulanza. Dopo di che, hanno scelto di correre il pericolo e di soccorrere, dunque, il geometra. In seguito, l’anziano è stato costretto ad arrendersi ai carabinieri.

Le forze dell’ordine hanno fatto irruzione nell’abitazione e sono riusciti a bloccarlo. Il 91enne si era seduto, in attesa dell’arrivo dei militari. Marco Massano è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Asti in gravissime condizioni. Il geometra 44enne è morto poco dopo, a causa dei colpi di pistola che hanno raggiunto il suo petto. I medici hanno fatto di tutto per salvarlo, ma purtroppo non c’è stato nulla da fare. Fortunatamente i soccorritori risultano illesi. A chiamare i soccorsi sono stati alcuni dipendenti della ditta che si trova di fronte all’abitazione del 91enne. Anche loro sono stati bersaglio dei colpi di arma da fuoco sparati dall’anziano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.