Fermo, professore muore durante la lezione on line: due colpi di tosse e poi il silenzio. Gli alunni chiamano il 118


Notizie drammatiche si rincorrono in questi giorni complessi e difficili per tutti. Per chi vive sulla sua pelle il dramma della perdita di un congiunto ma anche per noi che dobbiamo purtroppo raccontare, una dopo l’altra, le notizie terribili di questo periodo storico. Oggi le ultime notizie arrivano dalla provincia di Fermo. Un professore è morto: stava tenendo una lezione on line da casa, i suoi studenti hanno assistito al dramma. Lo hanno visto alzarsi improvvisamente, tossire e poi più nulla. Pare che l’uomo abbia fatto in tempo a uscire dal campo visivo degli alunni che stavano seguendo la lezione.

Il fatto che l’uomo abbia tossito poco prima di morire, ha fatto pensare che potesse avere il coronavirus anche se, secondo quelle che sono le ultime notizie arrivare dalla provincia di Fermo, il professore avrebbe avuto un infarto.

FERMO PROFESSORE SI SENTE MALE DURANTE LA LEZIONE ON LINE E MUORE

Lo riferisce Il Corriere Adriatico, secondo il quale il professor  Fabrizio Borgi, 58 anni, è morto questa mattina a causa di un infarto. Abitava a Sant’Elpidio a Mare, in pieno centro storico. Lascia la moglie ed una figlia.

Gli alunni tra l’altro, hanno continuato ad assistere sgomenti anche ai tentativi di rianimazione da parte del personale del 118 arrivato pochi minuti dopo sul posto. Nessuno si era forse accorto che il tablet era ancora collegato. Secondo quanto riferisce il Corriere Adriatico, sarebbero stati proprio gli allievi ad allertare i soccorsi. Hanno atteso alcuni minuti, pensando si fosse dovuto allontanare per una telefonata o per sbrigare qualche problema in casa. Quando però hanno visto che il professore non tornava al suo posto, hanno subito capito che forse era successo qualcosa e hanno quindi allertato i soccorsi. Dopo pochi minuti dalla chiamata di soccorso sono arrivate presso la casa del professore ambulanza e automedica della Croce azzurra di Sant’Elpidio a Mare, una pattuglia dei carabinieri e due della polizia locale, oltre ad un equipaggio dei vigili del fuoco.

Pare che in casa ci fosse anche una donna che stava facendo le pulizie ma non si era accorta di nulla.

Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close