Coronavirus 28 marzo 2020, il bollettino: 10.023 decessi, attualmente positivi 70.065


Dopo i dati in arrivo dalla Lombardia, immaginare che purtroppo anche il bollettino del 28 marzo 2020 ci racconti di un aumento di decessi, ancora significativo, non è difficile. Nelle ultime 24 ore infatti, nella regione Lombardia, che resta la più colpita di Italia, ci sono stati più di cinquecento decessi, purtroppo. La notizia positiva, a detta di Gallera, è che al momento vengono ricoverate in ospedale meno persone e questo dovrebbe significare che ci sono meno casi gravi.

Da Roma arrivano i dati di tutte le regioni di Italia, con l’aggiornamento al 28 marzo 2020. Diretta come sempre dalla Protezione Civile oggi con Angelo Borelli che dopo esser guarito, torna in prima linea. Ringrazia tutte le persone che hanno mandato gli auguri in questi giorni.

Borrelli ringrazia tutti gli infermieri che hanno aderito al bando per i volontari, se ne cercano 500, sono arrivate più di 7000 richieste. Il personale andrà nelle regioni che hanno fatto richiesta e che sono più in sofferenza.

Se non fossero state adottate queste misure restrittive avremmo ben altri numeri, avremmo una situazione ancor più drammatica” ha commentato Borrelli rispondendo alle domande dei giornalisti.

In Italia il numero di vittime collegate al Coronavirus ha superato quota 10mila: 10.023 è il numero esatto. A comunicare i dati ufficiali è Angelo Borrelli, capo della Protezione Civile. Secondo l’ultimo bollettino sono 889 i pazienti deceduti nelle ultime 24 ore. Meno del dato di ieri quando le vittime sono state 919, raggiungendo il numero più alto dall’inizio dell’epidemia in Italia. I casi totali sono arrivati invece a 92.472. Tra questi i pazienti attualmente positivi sono 70.065. Ieri i pazienti positivi erano 66.414.

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE 28 MARZO 2020: TUTTI I DATI REGIONE PER REGIONE

In conferenza stampa si chiedono informazioni sulla Calabria, dove in soli due giorni ci sono stati oltre 150 casi, due case di riposo sono finite sotto la lente di ingrandimento ( entrambe in provincia di Catanzaro), sei i paesi chiusi da Jole Santelli. Inoltre oltre 50 casi a Cortina, preoccupazione per Verona. Borrelli non se la sente di rispondere, non essendoci oggi un rappresentate dell’ISS non arriva quindi una risposta alla domanda.

Ecco come sempre il bollettino con tutti i dati regione per regione

Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close