Coronavirus bollettino 2 aprile 2020: attualmente positivi 83.019, totale decessi 13.915


E’ diventato ormai, purtroppo, un appuntamento fisso quello con le conferenze stampa giornaliere durante le quali si fa il punto sull’emergenza coronavirus in Italia. Prima del punto dalla protezione civile di Roma, i dati della Lombardia che a oggi, resta la regione più colpita e ancora in emergenza, nonostante il lieve calo, costante ormai da giorni.

46.065 sono al momento le persone risultate positive in Regione dall’inizio dell’epidemia ( un incremento di 1292 rispetto alla giornata di ieri). Al momento però, come hanno spiegato negli ultimi giorni gli esperti, da tenere sotto controllo anche le altre regioni. Non solo il Sud ma anche le regioni nelle quali l’epidemia è partita con qualche settimana di ritardo. Oggi spicca, nella tabella dei dati, purtroppo la Toscana.

La Regione ha deciso di intraprendere la politica dei tamponi a tappeto, facendone il più possibile. E i numeri, sono cresciuti. I Toscana, i dati di giovedì 2 aprile indicano 406 nuovi casi, di cui 115 scoperti nelle case di riposo dopo i tamponi a tappeto fatti nelle strutture di tutta la regione. Record di tamponi: sono stati 4150 in un giorno. Si registrano 15 nuovi decessi.

I numeri da Roma bollettino 2 aprile 2020

In Italia, dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, 115.242 casi persone hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (4.668 persone in più rispetto a ieri per una crescita del 4,2%) . Di queste, 13.915 sono decedute (+760, +5,8%) e 18.278 sono guarite (+1.431, +8,5%). Attualmente i soggetti positivi sono 83.049 (+2.477 e +3,1%. Il conto sale a 115.242 — come detto sopra — se nel computo ci sono anche i morti e i guariti, conteggiando cioè tutte le persone che sono state trovate positive al virus dall’inizio dell’epidemia).

I pazienti ricoverati con sintomi sono 28.540; 4.053 sono in terapia intensiva (+18, +0,4%), mentre 50.456 sono in isolamento domiciliare fiduciario. I pazienti guariti e dimessi in totale sono 18.278, 1.431 in più rispetto a ieri, quando erano 16.847.

E’ bene precisare una cosa sui tamponi, a oggi ne sono stati fatti 581.232. Questo non significa che siano state tamponate lo stesso numero di persone. Infatti ogni persona malata fa in media due tamponi e chi guarisce ne ha fatti almeno 3. Considerando quindi solo il numero di pazienti guariti, che devono necessariamente aver fatto due tamponi per essere dichiarati tali ( e al minimo uno per risultare quindi positivi) è di 18.278, i tamponi fatti solo a queste persone sono quasi 55mila.

In conferenza stampa si chiede, giustamente, di dare il numero delle persone tamponate giornalmente, per dare un più corretto indicatore. Parlare infatti di tamponi fatti ha poco senso, visto che ci sono appunto, quelli per trovare la positività ma anche i due per comprovare la guarigione. A questo si aggiunge anche la possibilità che una persona sia stata tamponata diverse volte, per ovvi motivi. I dati quindi sono così “falsati”.

CORONAVIRUS BOLLETTINO 2 APRILE 2020: NUMERI REGIONE PER REGIONE

Ed ecco il bollettino schematizzato con tutti i numeri, come potrete vedere la regione Piemonte ha superato il Veneto, nonostante nella regione di Zaia, si faccia un grande numero di tamponi.

Nelle regioni del sud Italia, al momento, la situazione resta stabile.

Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close