Da Trigolo il dramma di Paola: morti 4 fratelli a causa del COVID19, l’ultimo saluto dal balcone per il funerale


Ci dicono che i numeri fanno ben sperare per i prossimi giorni ma intanto in Lombardia e in Italia si continua a morire. Più di 500 le persone venute a mancare nella giornata di ieri, seicento vite spezzate, migliaia di persone che soffrono, migliaia di famiglie distrutte dal dolore. Come la famiglia di Paola che ha perso 4 fratelli nel giro di tre settimane. I suoi fratelli sono morti tutti a causa del COVID19. Per Paola, che vive a Trigolo, piccolo paesino in provincia di Cremona, non c’è stato neppure modo di dare un addio, di dire una parola, di fare una carezza. Li ha salutati dal balcone di casa sua, un dramma nel dramma. Ha visto passare le bare, prima che fossero portate al cimitero. E questo è stato il solo saluto che la donna ha potuto dare ai suoi 4 fratelli.

Paola non si è ammalata e in una intervista al Corriere della sera spiega: “Ho chiesto a lungo un tampone per sapere se fossi ammalata, me lo hanno fatto solo venerdì. In compenso giorni fa ho ricevuto una telefonata dalla Ats, volevano rivolgermi alcune domande riguardanti un test epidemiologico. Prima di riappendere bruscamente ho risposto così: la mia famiglia non esiste più. Vi basta ?”.

IL DRAMMA DI PAOLA: HA PERSO 4 FRATELLI SENZA DAR LORO UN ADDIO

E’ una notizia devastante – dice il sindaco Mariella Marcarini. – Ieri quando si è sparsa la notizia della morte anche dell’ultimo fratello maschio è stato davvero brutto. Peraltro lascia moglie e cinque figli. Resta solo una sorella di questa martoriata famiglia, Paola che ci risulta fortunatamente stia bene”. Il primo fratello, Francesco, 68 anni, è deceduto lo scorso 16 marzo, seguito dal fratello Vittore il 24 marzo. Poi il 27 se ne è andato Giuseppe, di 66 anni, gemello di Vittore. Ieri è toccato a Luigi, il più giovane, di soli 58 anni.

Ieri l’ultimo necrologio, proprio per Luigi:

NECROLOGIO
Luigi ha perso la sua battaglia. Abbiamo sperato e pregato tanto… Ogni trigolese si stringe in un muto abbraccio al cuore lacerato di Agnese, Christian, Giovanni, Stefano, Angelo, Laura, Paola, dei cognati e dei nipoti. L’agghiacciante violenza con la quale il virus ha colpito la famiglia Pedretti lascia atterriti. Non ci sono parole adatte per esprimere il nostro cordoglio.
Il Sindaco e l’Amministrazione comunale.

Una comunità in lutto che conta una decina di morti per coronavirus nel solo mese di marzo e senza contare i decessi avvenuti nella casa di riposo, dove ci sono 120 ospiti e dove nelle ultime ore ci sono stati sei decessi. Trigolo, piccolo paese in provincia di Cremona, conta 1700 abitanti circa. I numeri dei deceduti lasciano senza fiato.

Alle famiglie di chi non c’è più, il nostro più sincero abbraccio.

Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close