Sabrina Beccalli potrebbe esser stata uccisa in casa della ex di Pasini: trovate tracce

Continua a dire di non aver ucciso Sabrina Beccalli, continua a dire che la ragazza è morta per un malore. Una storia, quella della donna di Crema, che ricorda molto anche l’omicidio di Isabella Noventa. Il suo assassino, continua oggi a dire che si è trattato di un gioco erotico finito male e non ha mai rivelato che fine abbia fatto il suo cadavere. Gli inquirenti vogliono invece trovare il corpo di Sabrina, voglio che Alessandro Pasini parli. L’uomo dice di voler collaborare ma continua a raccontare una versione dei fatti che non convince davvero chi indaga. Nelle ultime ore, il lavoro del Ris di Parma ha portato al ritrovamento di tracce ematiche nella casa dellìex del Parisi. Questo significa che Sabrina potrebbe esser stata uccisa in quel luogo. E questo ovviamente conferma anche la pista seguita da chi indaga: un omicidio, e non un semplice incidente.

L’OMICIDIO DI SABRINA BECCALLI LE ULTIME NOTIZIE: RITROVATE TRACCE EMATICHE

Le tracce, secondo le indiscrezioni, sarebbero state ritrovate sul pianerottolo dell’appartamento nel quale la donna dovrebbe esser stata uccisa. Con il luminol sarebbero state individuate tracce anche in bagno, ma la gran parte si trovava sul pianerottolo, e sarebbe stato lavato. Pasini è in carcere con l’accusa di omicidio e occultamento di cadavere ma continua a negare di aver fatto del male a Sabrina.

Il Pasini inoltre, potrebbe aver anche pensato di distruggere le prove in altro modo. La Procura di Cremona infatti, valuta un’ipotesi aggiuntiva di reato per crollo di costruzioni per Pasini. Il presunto assassino di Sabrina, ha tagliato un tubo della caldaia nell’appartamento, trovato dopo quattro giorni saturo di gas dai Vigili del fuoco al momento del primo sopralluogo. Questo significa che potrebbe aver cercato anche di eliminare ogni prova, facendo crollare il palazzo. Ma non è successo e le prove che potrebbero incastrarlo, a quanto pare, sono state già messe in sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.