Daniele Mondello ricorda la sua Viviana e il piccolo Gioele: vuole giustizia e verità


Il 3 agosto scorso, Daniele Mondello lanciava il suo primo appello sui social per chiedere aiuto dopo la scomparsa di sua moglie e del suo bambino. Viviana e Gioele erano usciti di casa per andare al centro commerciale ma dopo uno strano incidente, erano scomparsi, tra i boschi di Caronia. Da lì inizia il calvario della famiglia Mondello. Oggi, a un mese di distanza da quel maledetto giorno, Daniele ricorda Viviana e il suo piccolo Gioele. In un post sui social, condivide quello che sta provando, e lo fa con una immagine di sua moglie e di suo figlio, due angeli che staranno per sempre al suo fianco. E a loro due promette che si batterà per una sola cosa: scoprire quello che è successo davvero quel maledetto giorno.

DANIELE MONDELLO SCRIVE UN MESSAGGIO PER VIVIANA E GIOELE UN MESE DOPO LA TRAGEDIA

Le parole di Daniele sui social:

È passato un mese. Ed è il vuoto ad ogni respiro. Non c’è più musica nella mia vita né luce sul mio cammino. Ma il mio cuore, pesante, vi accoglie ad ogni battito. Siete, e resterete per sempre, la mia famiglia. Nessun tribunale può restituirmi il calore del vostro amore ma al fuoco di verità e giustizia sacrifichero’ tutto me stesso. Ne ho ogni intenzione. Ne ho ogni diritto.

Troppe le cose che ancora non sono chiare, sin dalla dinamica dell’incidente al drone che vola sui boschi, fotografa quello che sembra un corpo, quello di Viviana, ma nessuno lo vede nell’immediatezza. E che cosa è successo quel maledetto 3 agosto? Un drammatico incidente? Un gesto estremo di Viviana? Che cosa è capitato in macchina alla donna e al bambino, perchè non ha chiesto aiuto? Perchè così tanto tempo per trovare il corpicino del piccolo Gioele in quei boschi maledetti? Sono domande che Daniele e i suoi cari continuano a porsi. Domande per le quali al momento non hanno risposte. Daniele e i familiari di Viviana in nessun modo accettano l’idea che sia stata lei a uccidere il piccolo e sperano di avere presto le prove per dimostrare che altro è accaduto in quella calda giornata di inizio agosto.

Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close