Ciro distrutto dal dolore per la morte di Maria Paola: “Vorrei esserci stato io al suo posto”

Ciro non si dà pace per quello che è successo, forse non avrebbe mai immaginato un epilogo così drammatico ma che la famiglia di Maria Paola non approvasse in nessun modo questa relazione, era chiaro a tutti. Da quando poi avevano iniziato la convivenza, era tutto più complicato. La famiglia di Maria Paola, morta in seguito a un incidente causato da suo fratello, non poteva immaginarla al fianco di una donna. Ma Ciro, come spiega al Corriere della sera, vive da uomo da quando aveva 15 anni. “Maria Paola mi ha sempre amato come uomo” racconta Ciro al Corriere della sera.

Dicevano che io a Maria Paola l’avevo infettata. Non lo dicevano a me personalmente, però nel quartiere lo andavano ripetendo continuamente. Ma come si può pensare una cosa così? E come ha potuto pensare di fare quello che ha fatto” ha spiegato Ciro che ancora non riesce a credere a quello che sta succedendo. Non riesce a darsi pace visto che la sua Maria Paola è morta.

Oggi per Ciro non c’è futuro, vuole solo giustizia per la donna che amava: “vorrei ci fossi stato io al posto suo, vorrei essere morto io e non lei. Maria Paola era la donna della mia vita, e non sto esagerando. Era una cosa che durava da tre anni, non da tre mesi. Noi veramente ci amavamo“.

QUI LA STORIA DI MARIA PAOLA E CIRO

IL DOLORE DI CIRO E DI SUA MADRE DOPO LA MORTE DI MARIA PAOLA

La mamma di Ciro racconta che neppure per lei è stato facile accettare il cambiamento di suo figlio ma alla fine ha capito che questa era la sua scelta e che così era felice:  “I figli vanno accolti per come sono. Io non sono mai stata contro di lui, anche se ammetto che all’inizio non ce la facevo, non accettavo la situazione. Ma poi ho capito. Se fosse stato malato sarebbe stata una tragedia, ma non questo. Lui è così e basta, e io sto dalla sua parte“.

E dai social Rosa aveva fatto sentire la sua voce: “Vergognatevi mia figlia pure a combattuto tra la vita è la morte tu come dici che ai fatto i sacrifici per i tuoi figli se eri in altra mamma tutto questo non lo facevi accadere tu fuori a una questura ai detto fatelo uscire a mio figlio a fatto bene che a ucciso la sorella per che sta con un’altra femmina i figli si accettano come sono non si uccidono vergognati lo devi pagare tu tuo marito è tuo figlio è tutto il resto a presso i complici che gli hanno fatto la trappola per ucciderli bastard lat sempre minacciat a figlm a mort nata fa maj ben Paola deve riposare in pace“.

Ciro adesso spera che giustizia sia fatta e vorrebbe dire addio alla donna che amava nel giorno del suo funerale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.