Seconda casa in zona rossa, arancione o gialla: quando è concesso andarci?

Dopo la pubblicazione del nuovo DPCM valido fino al 3 dicembre, sono stati tanti gli italiani a decidere di spostarsi, ancora prima di conoscere in che aree lo stato, era stato diviso. Molti gli abitanti della Lombardia che ad esempio si sono spostati verso le loro seconde case, in Liguria al mare, lasciando le città che si preparavano, anche solo per 15 giorni, al secondo lockdown. E proprio in merito a questi spostamenti, che siano dalla zona rossa a una zona gialla, dalla zona arancione alla rossa e via dicendo, il governo cerca di rispondere. Sul sito del Governo infatti qualche ora fa, sono state pubblicate le famose FAQ, ossia le domande più frequenti che gli italiani si fanno in queste ore; ci si chiede ad esempio se sia possibile raggiungere le seconde case, quando e come lo si possa fare. E allora ecco per voi le risposte: ecco cosa si può fare in zona rossa, cosa si può fare in zona arancione e cosa si può fare in zona gialla.

ZONA ROSSA: E’ POSSIBILE RAGGIUNGERE LA SECONDA CASA?

In considerazione del divieto di spostarsi, chiarito alla FAQ n. 1, l’accesso alla seconda casa può essere consentito solo se dovuto alla necessità di porre rimedio a situazioni sopravvenute e imprevedibili (quali crolli, rottura di impianti idraulici e simili, effrazioni, ecc.) e comunque secondo tempistiche e modalità strettamente funzionali a sopperire a tali situazioni.

ZONA ARANCIONE: E’ POSSIBILE RAGGIUNGERE LA SECONDA CASA?

L’accesso alla seconda casa è sempre consentito dalle 5 alle 22 nel proprio comune. Dalle 22 alle 5, o se si trova in un altro comune, è consentito solo se dovuto alla necessità di porre rimedio a situazioni sopravvenute e imprevedibili (quali crolli, rottura di impianti idraulici e simili, effrazioni, ecc.) e comunque secondo tempistiche e modalità strettamente funzionali a sopperire a tali situazioni.

ZONA GIALLA: E’ POSSIBILE RAGGIUNGERE LA SECONDA CASA?

Sì, se sia la prima che la seconda casa si trovano entrambe in un comune dell’area gialla. Se la seconda casa si trova in un comune dell’area arancione o di quella rossa, è consentito solo se dovuto alla necessità di porre rimedio a situazioni sopravvenute e imprevedibili (quali crolli, rottura di impianti idraulici e simili, effrazioni, ecc.) e comunque secondo tempistiche e modalità strettamente funzionali a sopperire a tali situazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.