Roma: 84enne positivo al covid 19 si spara alla testa, gravissimo in ospedale

Covid 19

 Il 2020 resterà nella storia come l’anno del visus, della pandemia che ha cambiato la vita di tutti. Purtroppo però questo funesto anno bisestile non è ancora finito e oggi da Roma arriva una bruttissima notizia. Un uomo, dopo aver scoperto di essere positivo al covid 19 ha tentato di togliersi la vita. Ci sono ancora pochissime informazioni sul caso ma, stando alle prime indagini svolte dalla Polizia, questa sarebbe la drammatica storia di un 84enne romano. Al momento l’uomo è ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale “Grassi” di Ostia. L’84enne è stato trovato nella sua abitazione ferito da un colpo di pistola alla testa questa mattina. Come detto in precedenza al momento la sola pista plausibile sembrerebbe essere quella del tentato suicidio.

Le ultime notizie da Roma: 84enne positivo al covid 19 si spara

Secondo gli investigatori, dopo aver scoperto di essere positivo al virus, l’anziano avrebbe preso la sua pistola, regolarmente detenuta, e avrebbe fatto fuoco. L’episodio si è verificato la sera di Santo Stefano in una villetta all’Axa, nel Municipio X. A scoprire il corpo dell’84enne in camera da letto, in una pozza di sangue, è stata la moglie, che avrebbe ipotizzato una caduta. La notizia però è stata diffusa oggi, e ci sono ancora poche certezze in merito ai fatti.

Il personale del 118 ha subito trasportato l’uomo in ospedale e i medici hanno a quel punto scoperto che aveva un colpo di pistola sopra l’orecchio sinistro, oltre a una polmonite in atto e la positività appunto al Covid-19. L’anziano probabilmente ha pensato che non ce l’avrebbe fatta a sopravvivere o forse aveva paura delle conseguenze causate dal covid 19 e ha deciso di togliersi la vita.

Sull’accaduto stanno indagando gli investigatori del Reparto Prevenzione Crimine, del X Distretto di Polizia di Ostia e della polizia scientifica, che hanno già recuperato la pistola sotto il letto della camera dell’84enne, verosimilmente finita lì dopo lo sparo. E’ questa la ricostruzione che si legge anche su Repubblica, che dà una prima versione e forse anche quella definitiva, dei fatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.