A Pavia un bimbo di 8 anni muore soffocato sotto un cumulo di vestiti: le ultime notizie

bambino morto Pavia

Una tragedia ha scosso nella serata di ieri il piccolo paese di Cozzo Lomellina, in provincia di Pavia. Un bambino autistico di 8 anni, originario dell’Azerbaigian, repubblica della ex-Unione Sovietica, è morto per soffocamento e gli inquirenti stanno indagando per verificare che si tratti di morte accidentale. Il decesso del povero piccolo è avvenuto in una comunità che da qualche tempo ospita alcuni cittadini extra comunitari nella Lomellina. E’ ancora presto per capire cosa sia successo davvero ma pare che il piccolo sia morto soffocato, forse sotto un cumulo di vestiti, dai quali non si sarebbe riuscito a liberare.

Di seguito, ecco le ultime notizie in merito alla luce delle prime informazioni trapelate.

A Pavia un bimbo di 8 anni muore soffocato sotto un cumulo di vestiti: le ultime notizie

L’allarme è scattato nella serata di ieri, intorno alle 20.30. Sul posto è intervenuta immediatamente l’ambulanza della Croce Azzurra di Robbio ma i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del bambino, avvenuto per soffocamento. Sul posto si sono precipitati anche i Carabinieri guidati dal maggiore Paolo Banzatti che attualmente stanno indagando più approfonditamente su quanto successo. Morte accidentale o c’è qualcos’altro sotto? Per il momento l’ipotesi più probabile sembra quella della morte accidentale con il bambino che sarebbe soffocato ricoperto da una montagna di vestiti caduta sopra di lui dall’armadio che aveva incidentalmente aperto, lontano dallo sguardo attento della madre.

Da qualche tempo il piccolo viveva in una comunità proprio insieme alla mamma, apparsa sconvolta dopo l’accaduto e in visibile stato di shock. L’ipotesi più probabile è che il piccolo, una volta sommerso dai vestiti, non sia riuscito a liberarsi e non sia più stato in grado di respirare in modo autonomo. Ma in queste ore si sta cercando di capire se i soccorsi siano stati chiamati tempestivamente e se la versione fornita agli inquirenti dalla madre del piccolo autistico e da coloro che erano lì insieme a lei corrisponda effettivamente alla realtà delle cose.

Una vera e propria tragedia, dunque, con l’intero paese di Cozzo Lomellina decisamente sconvolto per quanto accaduto in quella che avrebbe dovuto essere una normale serata di gennaio. Un bambino innocente ha infatti perso la vita in circostanze alquanto assurde, intento ad aprire un armadio. Un gesto apparentemente innocuo ma che si è purtroppo rivelato letale per lui. In attesa di maggiori informazioni sulle indagini, al momento i Carabinieri confermano la morte per cause accidentali anche perché, almeno nelle prime ore, non sono stati raccolti elementi che facciano pensare al contrario. Ma la vicenda è ancora aperta e necessita di ulteriori approfondimenti per scongiurare che qualcos’altro sia accaduto. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.