Zona rossa, zona arancione e zona gialla: le regioni cambiano colore, le ultime notizie

Regioni cambiano colore

E’ tempo di cambiare nuovamente e nei prossimi giorni il Governo farà il punto della situazione emanando un nuovo decreto che potrebbe mutare colori a qualche regione. Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quali saranno le regioni inserite per ogni fascia? Come sappiamo a ogni colore corrisponde un indice di criticabilità e misure più o meno restrittive per ridurre il rischio di contagio da Coronavirus. A oggi le regioni rosse sono pochissime: solo Sicilia, Lombardia e provincia autonoma di Bolzano. Ma qualcosa potrebbe cambiare, qualora l’indice Rt si fosse alzato in regioni attualmente arancioni o gialle. Scopriamo allora le ultime notizie per capire che scenario potrebbe attenderci già a partire dai prossimi giorni. La comunicazione relativa ai possibili cambiamenti, o alla conferma per la propria area di appartenenza, dovrebbe arrivare come sempre nel fine settimana. Già oggi, 22 gennaio potrebbero esserci delle indicazioni per quello che accadrà poi da domenica 24 gennaio 2021.

Zona rossa, zona arancione e zona gialla: le regioni cambiano colore, le ultime notizie

La Lombardia ha fatto ricorso perché non d’accordo sulla decisione del Governo di essere inserita in zona rossa, ovvero quella a massimo rischio e con le restrizioni più forti. Resta dunque in stand by, in attesa che il Tar si pronunci lunedì prossimo. Novità all’orizzonte potrebbero esserci per il Veneto, attualmente in zona arancione. La curva di contagi è diminuita e nelle prossime ore la regione potrebbe anche essere promossa in zona gialla. Il Lazio è attualmente inserito in zona arancione ma tra gli addetti ai lavori c’è fiducia. Il tasso Rt è sceso, i ricoveri sono calati così come i contagi. Insomma la zona gialla potrebbe non essere così lontana. Resta invece molto delicata la situazione in Sicilia, una delle due regioni (insieme alla Lombardia, appunto) a essere stata inserita nella zona con le maggiori restrizioni. Qui si continua a predicare calma e cautela perché anche se c’è stata una lievissima flessione dei numeri dei contagi, il carico sugli ospedali è ancora notevole e non lascia presagire niente di buono per i prossimi giorni. Facile, insomma, che niente cambierà.

L’Emilia Romagna dovrebbe restare in zona arancione, la Toscana – una tra le poche regioni gialle quindi con le restrizioni più blande – spera di restare dello stesso colore. A ieri la tendenza discendente dei ricoveri in ospedale era stata confermata, dunque c’è moderato ottimismo in proposito.

Insomma saranno ore decisive per le sorti di tutti, con le regioni che sperano di poter inserite nella fasce di colori con minori restrizioni. Il Governo si riunirà a breve per decidere le linee guida in vista del prossimo Dpcm.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.