Da domenica metà Italia in zona gialla con poche regioni in zona arancione: come si cambia

Sembra proprio che i dati raccolti in questa ultima settimana lascino ben sperare per il futuro. Nonostante, questo va detto, il continuo aumento dei contagi, che resta comunque stabile ( ieri sono stati oltre 15 mila, con quasi 500 vittime purtroppo). Ma è anche vero che gli effetti delle chiusure di questo ultimo mese si stanno vedendo e stanno dando i loro frutti tanto che, secondo le indiscrezioni, saranno molte le regioni italiane che si preparano a tornare in zona gialla. E zona gialla si sa, significa anche riaperture. Ricordiamo che in ogni caso, almeno per un’altra settimana, resta il diviato di muoversi di regione in regione, se non per comprovati motivi. Per cui anche tra regioni in zona gialla, resterà comunque il divieto di muoversi. Ma dal 31 gennaio, si potrebbe riavere quella libertà che manca da tempo, ovviamente sempre ricordandoci che, il virus, con tutte le sue varianti, è ancora in circolazione e rispettare le regole del distanziamento sociale, resta fondamentale.

Discorso a parte per la Lombardia che a quanto pare, già due settimane fa aveva i numeri da zona arancione, per cui potrebbe persino diventare gialla, senza fare le due settimane canoniche in arancione. E’ tutto però da valutare.

Quali sono quindi le regioni che passano in zona gialla?

Dal 31 gennaio 2021 si passa in zona gialla: è il nuovo colore dell’Italia

Secondo i dati raccolti nelle ultime due settimane, Calabria, Emilia Romagna e Veneto sono destinate a diventare gialle: sono in zona arancione dall’8 gennaio scorso. Sono passate due settimane anche da quel 15 gennaio che ha visto l’assegnazione in arancione di Piemonte, Lazio, Liguria, Val d’Aosta, Friuli Venezia Giulia e Abruzzo: aree che la settimana scorsa avevano numeri da zona gialla (con alterne evidenze) e che dovrebbero vedersi assegnato quel colore in caso di conferma del trend. Aggiungendosi così anche loro a Toscana, Molise, Basilicata, Campania e Provincia di Trento, zone che dovrebbero vedere confermata l’assegnazione in giallo. Sarebbero 14 quindi le aree in zona gialla.

Le regioni in zona arancione

Chi non dovrebbe avere quasi certamente i numeri per il passaggio in zona gialla da arancione è la Puglia, che registra un trend ancora non ottimale. Ma è bene sempre ricordare che sarà il Ministero della salute con l’ordinanza del venerdì ( al più tardi sabato) a elencare le regioni destinate a passare in zona gialla. Oltre alla Puglia in zona arancione anche Sardegna e Umbria.

Le regioni in zona rossa

Ricordiamo che al momento sono in zona rossa la Provincia di Bolzano (che già la scorsa settimana aveva dati da zona arancione) e la Sicilia (che addirittura vantava numeri già da giallo). Ricordiamo che nel caso della Sicilia in un primo momento era stato lo stesso governatore a chiedere di restare in questa area. Bolzano potrebbe comunque restare in zona rossa: infatti registra un aumento pesante dei nuovi positivi (+36%) e questo potrebbe rendere più difficile il passaggio a un regime meno restrittivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.