Denise Pipitone domani il risultato dalla Russia ma la famiglia non vuole un “ricatto mediatico”

Non vogliamo sottoporci a un ricatto mediatico della tv russa. Se prima della trasmissione non ci danno il test del Dna non parteciperemo ad alcun collegamento tv” queste sono le parole dell’avvocato Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio a poche ore dalla diretta della puntata del 6 aprile del programma russo che potrebbe significare moltissimo per la sua assistita. Domani infatti sapremo se Denise Pipitone è ancora viva ed è Olesya, la ragazza russa che una settimana fa era andata in diretta a raccontare la sua storia sulla prima rete russa, rivelando di essere una bambina rapita e di non conoscere la vera identità dei suoi genitori.

Quando una telespettatrice del programma russo, una donna che vive in Italia, ha visto il volto di Olesja in tv, ha subito contattato la famiglia di Denise Pipitone e poi anche Chi l’ha visto, per raccontare di questa vicenda. Da quel momento il caso è esploso nel nostro paese e anche in Russia si è compreso l’importanza mediatica di questa vicenda, tanto da invitare Piera Maggio in studio. La mamma di Denise ha aspettato con pazienza questa settimana visto che oggi, come vi abbiamo detto anche in precedenza, arriveranno in diretta televisiva i primi risultati dei test fatti da Olesja. Ma a poche ore dalla diretta del programma, l’avvocato di Piera Maggio fa sapere che la donna vuole conoscere prima di andare in onda i risultati e sapere quello a cui andrà incontro.

Il programma russo andrà in onda martedì alle 19.45 locali. Vale a dire alle 18.45 italiane e non le 17 come si era detto in un primo momento.

Denise Pipitone ultime notizie: domani i risultati dei test

Nei giorni scorsi l’avvocato Frazzitta aveva spiegato di comprendere le logiche televisive legate a questa storia. Mamma Piera anche pubblicamente ha detto di non essere d’accordo con le modalità ma che le aveva accettate. A quanto pare però la famiglia di Denise si aspettava quanto meno, di essere informata prima della trasmissione.

Voglio prima avere sulla mia scrivania tutta la documentazione scientifica che ho chiesto, cioè gruppo sanguigno e Dna – dice – dopo di che basta. Noi avevamo avviato questa procedura in via privata perché pensavamo di sbrigarci presto. Invece loro non fanno nulla, basta. Non sottostiamo a nessun ricatto. Al momento non c’è nulla e siamo infastiditi da questi ritardi, dunque o domani ci fanno avere i dati al programma o non partecipiamo” queste le parole del legale di Piera Maggio riportate dai media siciliani.

Domani in Italia, intorno alle 19, il programma russo andrà quindi in onda con l’epilogo di questa vicenda. Non sappiamo quindi se la famiglia di Denise sarà presente o meno. L’avvocato aveva spiegato che con una trattativa privata pensavano tutti di trovare un accordo, di poter anche parlare magari con Olesja ma la giovane russa è stata poi blindata. Oggi nella diretta del programma russo, saranno dati anche i risultati degli altri test di comparazione che sono stati fatti. Sulla storia di questa ragazza che cerca i suoi genitori infatti, sono arrivate decine di segnalazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.