Verso le riaperture a maggio 2021: cosa si potrà fare e come

Verso le riaperture a maggio 2021: cosa si potrà fare e come a

Fino a fine aprile tutta l’Italia sarà divisa tra zona arancione e rossa. Restrizioni forti, dunque, in attesa delle riaperture di maggio 2021 che dovrebbero essere pressoché certe. Ricordiamo che fino al 30 aprile non dovrebbe cambiare molto, la famosa data del 20, sembra essere infatti tramontata. A spingere per riaprire alcune delle attività che più hanno sofferto questa pandemia sono alcuni degli stessi partiti al Governo. E allora l’ipotesi che sta circolando in queste ultime ore è che, una volta finito il mese di aprile, con le regioni divise tra rosse e arancioni, l’Italia possa ripartire con cautela e prepararsi all’estate. Decisivo non sarà solo l’indici Rt, ovvero quello considerato finora dal Cts per analizzare la curva dei contagi, ma anche il prosieguo della campagna vaccinale. Più italiani vaccinati ci saranno e più sarà concreta l’ipotesi di riaperture in sicurezza perché tante saranno le categorie di persone “coperte” dalla prima dose di vaccino. Ma cosa si potrà fare allora a maggio 2021 e quali saranno le regole da rispettare?


Verso le riaperture a maggio 2021: cosa si potrà fare e come

Per il momento sono tante le ipotesi da discutere. Una prima idea è quella di riaprire bar e ristoranti che hanno la possibilità si sfruttare lo spazio fuori. Così facendo, sempre con la regola del distanziamento dei tavoli, si potrebbe cominciare a lavorare nuovamente e non solo con l’asporto. Gli orari però sarebbero (per i bar) ridotti al primo pomeriggio con l’obiettivo di evitare assembramenti all’orario dell’aperitivo.

Anche teatri, cinema e arene potrebbero finalmente tornare a vedere uno spiraglio di luce dopo interminabili mesi di chiusura. L’ipotesi che circola è quella del tampone fatto dai partecipanti non più di 48 ore prima dell’evento in questione, l’obbligo di indossare mascherine di tipo ffp2 e il distanziamento di un metro. Ma per il momento, come dicevamo, si tratta solo di voci di corridoio che dovranno poi essere confermate in un secondo momento. Tra le riaperture di maggio 2021 ecco anche quella dei musei con percorsi obbligatori e visite a tempo per evitare assembramenti.

Anche tennis e calcio sono sotto la lente di ingrandimento. Da maggio si potrebbe tornare a vedere le partire dal vivo? Si starebbe pensando a una riapertura al pubblico per il 25% della capienza della struttura in questione ma preoccupa molto il pericolo di assembramento al di fuori di stadi e campi da tennis. Insomma l’apertura allo sport di alto livello a partire da maggio 2021 sembra in alto mare.

Verso le riaperture a maggio 2021: le parole di Draghi

In conferenza stampa, Mario Draghi ha affermato: “La campagna di vaccinazione è al centro delle riaperture. Se riduciamo il rischio di morte nelle classi più esposte al rischio è chiaro che si riapre con più tranquillità“. Non c’è ancora, però, una data precisa: “Comunque voglio vedere le prossime settimane di riaperture in sicurezza e non di chiusure, a partire dalle scuole. Penso a un piano di riapertura delle fiere e degli eventi: è il miglior messaggio di fiducia al paese“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.