Calendario riaperture maggio-giugno 2021: le novità

Calendario riaperture maggio-giugno 2021: le novità

La seconda metà del mese di maggio e tutto il mese di giugno potrebbero portare importanti novità in tema di riaperture. A oggi locali come bar e ristoranti hanno ripreso a lavorare in zona gialla ma con la sola possibilità di sfruttare i tavoli all’aperto, laddove ci siano. Da giugno potrebbe invece tornare la possibilità di lavorare come un tempo, ovvero anche con la disponibilità dei tavoli interni.

Questo sarebbe un notevole e importante cambiamento per tutti quei locali che a oggi lavorano solo con l’asporto non avendo la fortuna di possedere tavolini all’aperto. Insomma il calendario sulle riaperture di maggio-giugno 2021 potrebbe rappresentare una piccola speranza di ripartenza, dopo un anno e mezzo di pandemia che ha messo letteralmente in ginocchio il nostro paese, dal punto di vista economico.

Decisivo sarà il monitoraggio di venerdì in cui saranno analizzati gli ultimi dati relativi ai contagi. A quel punto capiremo se davvero il Governo allenterà le restrizioni.

Calendario riaperture maggio-giugno 2021: le novità

Dal 15 maggio, solo nelle regioni gialle, via libera all’attività delle piscine all’aperto. In quelle piscine in cui ci siano bar o ristoranti, questi dovranno rispettare le stesse regole vigenti per gli altri locali. Dal primo giugno poi potrebbe essere la volta dei ristoranti che torneranno a lavorare al chiuso, ovviamente rispettando la regola del distanziamento tra i tavoli per evitare assembramenti. I locali dunque potranno lavorare con un numero maggiore di persone rispetto ad oggi dove i tavoli all’aperto rappresentano la sola possibilità per far mettere a sedere i clienti e non sempre questa strada risulta percorribile, soprattutto in caso di maltempo.

Il primo giugno rappresenta una data importante anche per le palestre che, dopo sette mesi di chiusure, riaprono. Bisognerà comunque prenotare le eventuali lezioni, igienizzare gli attrezzi dopo l’uso e usare sempre la mascherina negli spazi comuni.

Dando un ulteriore sguardo al calendario delle riaperture maggio-giugno 2021, ecco un’altra importante novità: in zona gialla verranno aperte al pubblico le manifestazioni e gli eventi sportivi di interesse nazionale con capienza massima al 25%. Nelle strutture chiuse non potranno comunque fare ingresso più di 500 persone, 1000 invece nelle strutture all’aperto. Il 15 giugno, salvo cambiamenti, segnerà poi la riapertura delle fiere. Potranno partecipare a questi tipi di eventi anche espositori in arrivo dall’estero che dovranno però seguire le regole previste per la quarantena in Italia.

Insomma i mesi di maggio-giugno 2021 dovrebbero portare importanti cambiamenti. Anche per quanto riguarda il coprifuoco che potrebbe essere posticipato di un’ora (quindi portato alle ore 23) prima di essere tolto del tutto in estate, qualora i dati dei contagi fossero in netta diminuzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.