Piera Maggio dai social: “Non usare violenza verbale contro nessuno”

Lo avevamo detto ieri, che di certo la responsabilità delle azioni di chi usa i social per offendere, minacciare oppure insultare, non è di Piera Maggio o della famiglia di Denise Pipitone. E’ chiaro che si debba sempre esprimere una opinione senza mai andare oltre, senza offendere o arrivare persino a essere violenti pensando di restare impuniti perchè nascosti sotto un falso nome o perchè dietro alla tastiera di un pc. Non funziona in questo modo, la vita virtuale si intreccia con la vita vera quando si esagera e la violenza, seppur verbale, va sempre condannata. Lo ricorda anche la mamma di Denise Pipitone che ieri in tv ha spiegato, nella diretta di Ore 14, i motivi per i quali ha deciso di procedere legalmente contro la trasmissione di rete 4, Quarto Grado, e perchè andrà ancora avanti contro chi offenderà lei o la sua famiglia.

Un periodo molto complicato per la famiglia di Denise, reso ancora più difficile da chi sui social, pensa che si possano usare certe parole senza che ci siano conseguenze. Ed è anche per questo che poche ore fa Piera Maggio, visto l’attacco social di odio che stavano subendo alcune persone coinvolte in questa vicenda, ha deciso di dare un forte messaggio, condannando senza se e senza ma ogni tipo di violenza, anche se verbale.

Piera Maggio invita tutti a ridimensionarsi condannando la violenza verbale

Le parole di Piera Maggio dai social:

Cortesemente invito tutti a non utilizzare violenza verbale nei confronti di nessuno. Nonostante tutto… Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te. Vi preghiamo di usare il buonsenso. Le azioni verranno fatte nelle sedi opportune. Grazie

Ieri il giornalista Carmelo Abbate aveva pubblicato sui social le minacce ricevute nelle ultime ore dopo la puntata di Quarto Grado in onda venerdì sera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.