Lutto nel mondo del giornalismo: è morto Giangavino Sulas

Ci lascia oggi un noto giornalista italiano. Muore a 77 anni Giangavino Sulas. Giornalista di cronaca nera, negli ultimi anni si è fatto conoscere anche dal pubblico televisivo grazie alle sue partecipazioni a programmi come Quarto Grado e Pomeriggio 5. E’ stato fino a qualche settimana fa, protagonista della trasmissione di Quarto Grado, con i suoi interventi sempre molto piccati sui casi di cronaca più attuali. Pare che nell’ultimo periodo non stesse bene e qualche settimana fa le sue condizioni di salute si erano aggravate ( era stato assente anche dalla trasmissione condotta da Gianluigi Nuzzi). Negli ultimi anni ha seguito con grandissima attenzione diversi casi, in particolare quello di Yara Gambirasio, fermamente convinto dell’innocenza di Bossetti e del fatto che il killer fosse da cercare altrove.

Lascia la moglie Anna e i figli Roberta e Marco. Per il momento nessuna nota ufficiale da parte della famiglia annuncia la morte di Sulas, né si conoscono le cause del decesso.

L’addio di Gianluigi Nuzzi a Sulas

Caro Giangavino te ne sei andato in punta dei piedi”, ha scritto su Instagram, ricordando il giornalista con un messaggio accorato: “Uomo gentile, cronista di altri tempi, senza mai rinunciare a esprimere le tue idee, talvolta in solitudine. Questo nostro mestiere significa anche ironia, autoironia sulla commedia della vita e tu ne sei maestro. E per questo non uso il verbo al passato perché le tue lezioni rimarranno sempre. Grazie“.

Questa sera andrà in onda una nuova puntata di Quarto Grado e immaginiamo che tutti i protagonisti ricorderanno il giornalista che ha fatto parte della squadra per anni.

L’addio di tutta la squadra di Quarto Grado

Ecco come la squadra del programma di Rete 4 saluta il giornalista:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.