Denise Pipitone ultime notizie: la risposta di Piera Maggio a Quarto Grado

Nella puntata di Quarto Grado in onda il 25 giugno 2021 si è tornato a trattare il caso Denise Pipitone nonostante la diffida che mamma Piera Maggio ha presentato nei confronti del programma Mediaset. La famiglia di Denise ha infatti invitato il programma di Rete 4 a non trattare più il caso, a non fare il nome di Piera Maggio, con una diffida. Ma ieri sera, nella trasmissione, si è nuovamente parlato della vicenda in una puntata dal titolo “il patto” durante la quale Nuzzi ha spiegato per quale motivo la rete ha deciso di proseguire su questa strada. Si parla di Denise perchè si tratta di un caso di cronaca e lo si fa con un punto saldo: si citano verbali, si citano cose dette in tribunale, fatti non circostanze inventate. Lo ha spiegato Nuzzi ma a quanto pare le parole del conduttore di Quarto Grado non hanno convinto Piera Maggio che dai social ha risposto a quanto è stato detto nella trasmissione. Poche parole ma molto eloquenti per spiegare i motivi per i quali non pensa di essere d’accordo con quanto detto da Nuzzi.

Qui la spiegazione del conduttore nella puntata del 25 giugno

Quarto Grado continua a trattare il caso Denise Pipitone nonostante la diffida

La risposta di Piera Maggio alle parole di Gianluigi Nuzzi

Le parole di Piera Maggio fanno ben comprendere che la mamma di Denise Pipitone non ha approvato la decisione del programma di tornare a parlare della vicenda e i toni usati. Si andrà avanti nelle sedi legali a quanto pare, come specifica la mamma di Denise Pipitone che non ci sta e continua a non gradire il modo con il quale la trasmissione Mediaset continua a trattare la vicenda.

Di parere diverso è invece l’ex marito di Piera Maggio, il signor Pipitone che per 4 anni ha cresciuto Denise pensando che fosse sua figlia e che ancora oggi la considera tale. In un video si sente chiedere ai giornalisti di Quarto Grado di continuare a scavare, a parlare del caso per trovare Denise.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.