Festeggiamenti per la vittoria dell’Italia, a Milano 3 feriti gravi

Festeggiamenti per la vittoria dell'Italia, a Milano 3 feriti gravi

L’Italia ha vinto gli Europei nella finale contro l’Inghilterra a Wembley e, come prevedibile, una intera nazione si è riversata per la strade a festeggiare. Da Roma a Milano, tutti in piazza a sventolare il tricolore e esultare per una vittoria sofferta, arrivata soltanto dopo i calci di rigore, dopo che i tempi regolamentari e successivi supplementari si erano conclusi in parità, sull’1-1 con io vantaggio di Shaw e il gol di Leonardo Bonucci a ristabilire l’equilibrio in campo.

Ma, come spesso purtroppo accade in questi casi, i festeggiamenti sono andati oltre. Ne hanno fatto la spesa una quindicina di persone a Milano, rimaste ferite nella bolgia: 3 di queste sono ricoverate in gravi condizioni. Si tratti di tre ventenni, rimasti feriti con lesioni varie tra cui quelle da bombe carta. Uno dei tre avrebbe riportato importanti ferite all’addome dopo essersi “scontrato” con una transenna.

A Milano è stata una nottata decisamente impegnativa per le Forze dell’Ordine, presenti sui luoghi dei festeggiamenti per cercare di mantenere una parvenza di calma. Ma è stato impossibile. Assalti a mezzi pubblici, soprattutto tram dove i tifosi sono saliti accalcandosi, cestini dell’immondizia incendiati e tuffi nei Navigli e in Darsena per festeggiare l’Italia. E, stando a quanto affermato dalle Forze dell’Ordine, sono stati effettuati anche due arresti per rapina ai danni di due persone che stavano festeggiando per strada.

Festeggiamenti per la vittoria dell’Italia, da Nord a Sud migliaia di persone in piazza

Un paese intero che si è riversato nelle piazze per sventolare il tricolore e festeggiare una vittoria tanto attesa. Da Nord a Sud la nottata è stata un susseguirsi di caroselli di auto e moto, anche nelle località di mare dove i turisti stranieri hanno assistito meravigliati a uno spettacolo di colori. Nelle grandi piazze d’Italia erano stati montati maxi schermi per consentire di seguire la partita in compagni, dopo il terzo rigore sbagliato dagli inglesi (parata di Donnarumma) è esplosa la gioia. Poche mascherine, assembramenti ovunque come era facile prevedere. A Roma e Napoli sono stati registrati anche pericolosi lanci di petardi prima della fine della partita che hanno causato momenti di alta tensione, con le Forze dell’Ordine costrette a intervenire per ripristinare una situazione di normalità.

A Roma, le principali strade sono state bloccate da fiumi di gente pronta a festeggiare avvolta nel tricolore. Gli assembramenti più importanti si sono registrati nel centro, tra piazza del Popolo e Fori Imperiali.

Un morto in Sicilia: stava andando a festeggiare

A Caltagirone, in Sicilia, scontro fatale tra un’auto e uno scooter: a perdere la vita è un ragazzo di 19 anni, Giuseppe Di Martino. Quattro persone sono rimaste ferite nel tragico incidente. Si stavano recando verso il centro della città per festeggiare la vittoria dell’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.