Aumentano i controlli sul Green Pass: cosa dice la nuova circolare del Governo

Aumentano i controlli sul Green Pass: cosa dice la nuova circolare del Governo

Dal 6 dicembre 2021 entrerà in vigore il Super Green Pass ( detto anche green pass rafforzato) e con esso ci sarà un aumento dei controlli da parte del personale autorizzato. A dettare le nuove regole è una circolare del Governo che fa chiarezza sulle nuove regole da rispettare sottolineando l’impegno, da parte delle Forze dell’Ordine, di vigilare e eventualmente multare i trasgressori.

Le attività di controllo, sottolinea la circolare del Governo, saranno maggiori nelle zone considerate a più alto rischio. Quelle della cosiddetta movida, per esempio. Ma anche in tutte le grandi città, dove il rischio di affollamento è maggiore, i controlli saranno potenziati. Ecco allora tutto quello che c’è da sapere su quello che accadrà a partire dalla prossima settimana, quando le nuove regole entreranno in vigore.

Aumentano i controlli sul Green Pass: cosa dice la nuova circolare del Governo

Le linee guida fissate dalla nuova circolare del Ministero dell’Interno individuano la necessità di potenziare i controlli nelle zone con “maggiore concentrazione di esercizi commerciali. In particolare, i controlli nei ristoranti e negli esercizi pubblici (che al chiuso saranno accessibili solo a chi è in possesso del Super Green Pass) saranno effettuati dalla Polizia Municipale. Polizia e carabinieri, supportati dai vigili urbani, effettueranno invece i controlli sui passeggeri di autobus e metro.

Particolare attenzione ci sarà durante il fine settimana, ovvero nei giorni dove le persone si muoveranno con più facilità soprattutto nelle prossime settimane che precedono le festività e saranno quindi caratterizzate dallo shopping natalizio.

Maggiori controlli sui trasporti pubblici

Tornando al trasporto pubblico, nella circolare si sottolinea l’importanza della collaborazione da parte degli enti gestori. Soprattutto nelle grandi città, dove la mole di persone che si sposta sui mezzo pubblici è elevata, diventa di fondamentale importanza l’aiuto dei vari enti. In particolare, come recita la circolare del Ministero “attraverso il personale addetto alla verifiche, in possesso della qualifica di incaricato di pubblico servizio“.

Quello dei controlli dovrà insomma essere un lavoro di squadra, con tutte le Forze dell’Ordine chiamate in causa per scovare eventuali trasgressori della legge. La circolare sottolinea infatti l’esigenza che la polizia e i carabinieri “indirizzino le rispettive attività con il necessario ausilio degli operatori della polizia municipale, prioritariamente nel settore del trasporto pubblico locale“:

I controlli avverranno attraverso l’utilizzo della app “Verifica c19” ma il Governo sta ipotizzando l’entrata in vigore di biglietti elettronici per esempio, in modo da rendere le verifiche sui mezzi pubblici più immediate.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.