Morazzone: uccide suo figlio di 7 anni e lo nasconde in un armadio poi tenta di ammazzare la sua ex

omicidio varese ultime notizie

Inizia nel modo peggiore il nuovo anno per la cronaca nera italiana. Quando un genitore uccide il proprio figlio, non si può che parlare di una tragedia. E’ quello che è successo nelle ultime ore, in provincia di Varese. Un uomo di 40 anni, Davide Paitone, ha ucciso il figlio di 7 anni . Il piccolo Daniele si trovava nella sua abitazione di Morazzone (Varese). Poi si è recato a Gazzada, sempre nel Varesotto, e ha tentato di uccidere la moglie, dalla quale si stava separando, che era ospite dai suoi genitori. E’ l’ennesima storia di una persona pericolosa, che non accettava la fine di una storia, e che si è “vendicato” togliendo alla persona che diceva di amare, la cosa più preziosa. Secondo quanto riportano i media locali, l’assassino è un pregiudicato sottoposto alla misura restrittiva dei domiciliari. Stando alle ultime notizie, dopo aver ucciso suo figlio e aggredito la moglie, avrebbe tentato la fuga ma è stato fermato in mattinata dai carabinieri a Viggiù. Per l’ennesima volta, un uomo che non si trova in carcere ma ai domiciliari, si dimostra essere pericoloso per la sua famiglia.

Secondo quanto si apprende, Paitone si trovava agli arresti domiciliari per aver accoltellato alla schiena un collega di lavoro il 26 novembre ad Azzate, sempre in provincia di Varese. A quanto emerso l’uomo aveva ottenuto di trascorrere il Capodanno con il figlio che, questa sera, sarebbe dovuto tornare dalla mamma. 

Uccide suo figlio e poi tenta di ammazzare anche la sua ex moglie

La notizia è arrivata sui media nazionali questa mattina ma i fatti risalgono alla serata di ieri. L’allarme è scattato intorno alle 19 di sabato quando l’uomo, dopo aver raggiunto la moglie che si trovava a casa dei genitori a Gazzada, l’ha aggredita cercando di ucciderla a pugnalate prima di scappare. La donna è stata soccorsa dai familiari e dal personale sanitario inviato sul posto da Areu ed è stata portata al pronto soccorso per le cure del caso. Non è in pericolo di vita. Nulla per lei sarà chiaramente come prima, adesso che suo figlio non c’è più, ucciso dall’uomo che avrebbe dovuto proteggerlo per tutta la vita.

Il ritrovamento del corpo del figlio

I carabinieri si sono messi sulle tracce dell’uomo e hanno rinvenuto il corpo senza vita del figlio di 7 anni nascosto in un armadio dell’abitazione di Morazzone. Il piccolo era stato raggiunto da un fendente alla gola. In mattinata è arrivato quindi il fermo dell’uomo che è stato rintracciato a Viggiù. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.