Alessandria, 25enne uccide la madre e poi la nasconde in un sacco dell’immondizia

Antonio Cometti ha ucciso con diverse coltellate sua madre . I fatti in provincia di Alessandria
uccide la madre alessandria

Una ricostruzione al momento parziale dai fatti arriva dalla provincia di Alessandria. Ma quello che dobbiamo tristemente raccontare, è l’omicidio di una donna da parte di suo figlio. L’assassino sarebbe un ragazzo di 25 anni, avrebbe ucciso nella giornata di ieri sua madre. È successo ieri a Gabiano nel Monferrato, in provincia di Alessandria. La vittima, Marina Mouritch,  aveva 53 anni. Madre e figlio vivevano insieme. Il litigio è scoppiato intorno alle due del pomeriggio. Dopo l’omicidio il ragazzo ha cercato di nascondere il cadavere chiudendolo in un sacco dell’immondizia che ha lasciato sul pavimento della cucina. E’ stato il ragazzo a confessare quello che è successo, andando in caserma per informare le forze dell’ordine in merito ai fatti accaduti.

Ha ucciso sua madre e poi ha confessato l’omicidio

Intorno alle 15,  è andato dai carabinieri a costituirsi. E’ arrivato in caserma a piedi e ha detto: “Ho fatto una cosa brutta, ho ucciso mia mamma”. Gli quindi, dopo aver raccolto la testimonianza del giovane, si sono recati presso l’abitazione dove il 25enne viveva con sua madre e lì, hanno trovato il cadavere della donna. Secondo quanto ricostruito fino ad ora il ragazzo soffriva di crisi depressive. L’omicidio sarebbe avvenuto al termine di una violenta lite tra madre e figlio.

Sul fatto indagano i militari della compagnia di Casale Monferrato comandata dal capitano Valerio Azzone. Le indagini sono coordinate dalla procura di Vercelli. La donna sarebbe stata uccisa con diverse coltellate alla gola: è quanto emerso dai primi rilievi effettuati dal medico legale. Quando un ragazzo si è presentato dai carabinieri aveva ancora gli abiti sporchi di sangue. È stato arrestato e portato in carcere a Vercelli. Sul corpo della donna è stata disposta l’autopsia.

I vicini spendono belle parole per Marina, la donna uccisa da suo figlio. Raccontano che aveva un passato da artista e dicono che la vedevano spesso durante le sue corsette fuori casa.

Disoccupato e in cura da tempo per i suoi problemi di salute mentale, Antonio Cometti, non aveva mai mostrato segni di violenza nei confronti dei genitori: non risultano precedenti denunce per maltrattamenti tra i familiari né interventi per liti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.