Libia, Tripoli è sotto le bombe

Le ultime dalla Libia– Ieri sera Gheddafi mandava il suo messaggio di minaccia a chi ha deciso di  intervenire contro di lui ma gli attacchi non si sono fermati e durante la notte Tripoli è stata bombardata. Una pioggia di missili è caduta sulle coste del paese nordafricano per cercare di far cessare il fuoco. E intanto Gheddafi promette vendetta sul Mediterraneo. Italia e Canda per ora non sono ancora interventuti militarmente mentre partecipano attivamente agli attacchi gli Stati Uniti, la Francia e la Gran Bretagna. E intanto anche la Grecia mette a disposizione le sue basi militari.Il cielo della capitale si illumina di una luce diversa. E’ la luce dell’attacco portato avanti dalla coalizione straniera. Sono 110 i missili lanciati sulla Libia durante questa nottata di attacchi. I Cacci francesi intanto bombardano i mezzi militari. L’operazione Odissea all’alba è iniziata.

La Libia sembra aver chiesto un vertice d’emergenza con i menbri del Consiglio di sicurezza dell’Onu dopo i primi bombardamenti.

Ieri però Gheddafi non sembrava molto aperto al dialogo e mandava queste minacce: Colpiremo i civili nel Mediterraneo, ci difenderemo dall’aggressione crociata e non fermeremo più gli immigrati diretti in Europa”.

Un messaggio che ha colpito molto l’opinione pubblica ma che non ha comunque bloccato le intenzioni dell’Onu.

Il presidente del Parlamento Mohamed Zwei ha fatto sapere che molti civili durante gli attacchi di questa notte alla capitale sono stati uccisi. Inoltre ha precisato che ribelli sono appoggiati da Al Qaeda.

( fonte folo Lapresse)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.