Fukushima: entro tre mesi stop alle radiazioni

Fukushima è ancora al centro della cronaca, purtroppo vediamo le ultime notizie. Com’è noto, il disastro alla centrale nucleare del Giappone, seguito al terremoto e allo tzunami che ha colpito il paese lo scorso 11 Marzo, ha recato non pochi problemi all’intera popolazione. Il livello delle radiazioni registrato nell’ultimo periodo è stato pari a quello del disastro che avvenne qualche anno fa a Cernobyl. Adesso torna a parlare del disastro la Tepco, società che gestisce l’impianto nucleare.

La tepco ha fatto sapere che entro tre mesi stima di fermare le perdite di radioattività della centrale nucleare di Fukushima. Per via dell’alto livello di radioattività, si pensa anche ad una contaminazione del pesce e degli ortaggi nipponici. La società che gestisce l’impianto atomico ha fatto sapere che sarà avviato un sistema di stabile raffreddamento dei reattori e delle barre di combustibile, mentre ci vorrà più tempo per stabilizzare del tutto la situazione post disastro nucleare. Saranno necessari, in questo caso, dai 6 ai 9 mesi di tempo.

I vertici della Tepco hanno presentato oggi il loro piano d’intervento che metteranno in atto a breve. Il primo punto è fermare la diffusione delle radiazioni ai diversi livelli, dall’acqua al sottosuolo, recuperando i detriti e ricoprendo gli edifici danneggiati dalle esplosioni di idrogeno dei primi giorni. Dopo di che si passerà alla messa in sicurezza dei reattori.

Anche se, secondo il ministro dell’Industria giapponese Banri Kaieda sarebbe quest’ultimo il passo più importante da fare, perché rappresenterebbe lo sforzo di passare dalla fase d’emergenza a una di stabilizzazione e superamento della crisi.

Sara Moretti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.