Libia, ucciso un altro figlio di Gheddafi da un raid Nato

Guerra in Libia, muore un figlio di Gheddafi – Gli scontri in Libia continuano, nell’indifferenza di molti. Secondo le ultime notizie, sarebbe stato ucciso uno dei figli del Raìs libico Gheddafi. Il giovane si chiamava Khamis Gheddafi e sarebbe rimasto ucciso in un raid della Nato in una località distante appena 150 km da Tripoli: Zilten. Nel raid, assieme a lui, hanno perso la vita altre 32 persone. A dare la notizia della morte del figlio del colonnello Gheddafi è stato il portavoce delle forze ribelli libiche a Bengasi. Il giovane, aveva 29 anni, era il figlio minore di Gheddafi. E’ la stessa persona che fu data già per morta nel marzo scorso. Vediamo insieme le ultime notizie sulla morte del figlio di Gheddafi, il secondo rimasto ucciso negli scontri.Khamis era nato nel maggio del 1983 ed era comandante della 32/a Brigata, la più temuta, è in prima linea sul fronte contro gli insorti, che lo hanno definito il macellaio. Era stato dato per morto già nel marzo scorso, quando i jet della Nato hanno colpito i carri armati della 32/a Brigata che marciavano verso Bengasi. In realtà si capì che non era stato ucciso solo pochi giorni fa, quando il giovane 29 enne ricomparve in pubblico. Quanto dichiarato dal portavoce della polizia in riferimento alla morte del figlio di Gheddafi è tuttavia da confermare. Ma se così fosse, Khamis sarebbe il secondo figlio di Gheddafi ad essere rimasto ucciso nei raid Nato: l’altro è Saif al-Arab, morto con tre nipoti del rais nel maggio scorso, come annunciato dal regime di Tripoli.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.