Seychelles: turista ucciso da uno squalo, testimone la moglie

Trascorrere la luna di miele alle Seychelles è il sogno di molti, una vacanza che nel caso di una coppia inglese è finita in tragedia. Lui aveva 30 anni e una vita felice da condividere con la moglie con cui aveva appena coronato uno dei suoi sogni unendosi in matrimonio. Il turista inglese è stato ucciso da uno squalo, letteralmente divorato dal feroce animale sotto gli occhi di sua moglie.

Una scena che forse neanche nel celebre film, più volte negli anni riproposto in televisione, si è vista. Il luogo in cui è accaduto tutto è il famoso Anso Lazio Beach, il lido che si trova sull’isola di Paslin, dove tutto dovrebbe essere come molti immaginano e desiderano andare. Sabbia bianca e acque cristalline, quelle stesse che poche ore fa si sono tinte di un agghiacciante colore rosso.

L’uomo era Ian Redmont  e con la moglie, Gemma Houghton di 27 anni, era arrivato alle meravigliose Seychelles poco prima di ferragosto, poco dopo avere pronunciato quel magico sì.

Un viaggio di nozze finito con le urla disperate di lui che era in acqua per l’ennesimo splendido bagno mentre Gemma era rilassata a prendere il sole. Alcune persone presenti sulla spiaggia hanno agito d’istinto e con l’aiuto di un canotto hanno raggiunto l’uomo, ma non è stato possibile salvarlo, bensì solo recuperare il suo corpo straziato.

Ovviamente le autorità hanno disposto la chiusura della spiaggia, mentre si attende dall’Australia l’arrivo di una squadra specializzata nella caccia allo squalo.

Due settimane fa, esattamente il 2 agosto, lo stesso tragico incidente aveva causato la morte di un altro turista, un uomo di 36 anni di nazionalità francese, anche lui vittima di quel paradiso terrestre che, forse, adesso non sarà più una delle mete più desiderate dalle giovani coppie innamorate o da chiunque altro sogni uno scenario da cartolina.

One response to “Seychelles: turista ucciso da uno squalo, testimone la moglie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.