Attacco terroristico in Francia rivendicato dall’Isis: morto agente e assalitore, continua la caccia al secondo uomo


Ultime notizie dalla Francia dopo l’ennesimo attacco terroristico. Non ci sono dubbi: quello del 20 aprile 2017 è un nuovo attacco terroristico che colpisce al cuore la capitale. parigi piange ancora una volta una vittima, l’agente ucciso durante la sparatoria. Nelle ultime ore è stato confermato anche il decesso dell’assalitore ma, secondo la polizia francese, ci sarebbe anche un secondo uomo che è in fuga. Aperta la caccia all’uomo mentre l’Isis rivendica questo attentato. Un colpo anomalo che ha portato alla morte di una sola persona, una sparatoria nel centro della città che si prepara ad accogliere il nuovo presidente a poche ore dalle elezioni francesi. La dinamica: erano circa le 21,30 di ieri quando un uomo ha aperto il fuoco sugli Champs-Elysées uccidendo un poliziotto e ferendone altri due, prima di venire a sua volta ucciso dagli agenti. Il bilancio poteva essere ben peggiore se l’assalitore non fosse stato subito fermato dalla polizia francese. Cresce ancora una volta la paura nonostante l’assetto quasi da guerra in cui i poliziotti girano per le strade di Parigi, riuscire a cogliere le mosse di terroristi che agiscono in maniera così repentina sembra essere davvero complicato e difficile. 

ATTENTATO A PARIGI ULTIME NOTIZIE DOPO LA SPARATORIA DEL 20 APRILE 2017: LE NOVITA’ E GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

Stando alle parole dei testimoni che hanno assistito alla scena, sembrava che i terroristi avessero proprio come obiettivo la polizia e non fossero interessati a colpire dei civili, come se volessero dare in qualche modo un messaggio.

L’attacco, a colpi di kalashnikov (“una sparatoria violenta”, secondo i testimoni), è avvenuto davanti a uno negozio di “Marks & Spencer”, grande magazzino britannico. L’assalitore è sceso da un’auto, un Audi, sugli Champs-Elysées e ha aperto il fuoco contro il furgone della polizia. In pochi secondo l’intera strada che è sempre molto affollata è stata invasa da furgoni blindati e agenti di polizia. Le persone presenti hanno cercato in qualche modo di allontanarsi il più possibile dal posto in cui stava avvenendo la sparatoria. Sono state immediatamente chiuse le fermate della metropolitana e si è cercato di dare sostegno immediato a tutti i presenti. Pare che nella sparatoria sia stata ferita anche una turista straniera che si trovava molto vicina agli agenti rimasti coinvolti in questa storia. Diffusi quasi immediatamente i video di quello che è successo. Le immagini sembrano mostrare due uomini armati pronti a fare fuoco. Proprio per questo è caccia aperta all’uomo che dovrebbe ancora essere libero di vagare per le vie della città. 

In serata l’attentato è stato rivendicato dall’Isis. L’agenzia Amaq, legata allo Stato Islamico, ha riferito che è stato compiuto da un “combattente” dell’Isis, identificato in Abu Yusuf al Beljiki, ovvero “il belga”. Lo riferisce il Site.

Commenta l'articolo