Lo sciopero Ryanair più grande di sempre: cancellati 600 voli in due giorni


Ryanair fa sciopero e vengono cancellati 600 voli in due giorni. Le cancellazioni riguardano i voli da e per Spagna, Belgio e Portogallo. La compagnia assicura ai 100mila passeggeri che potranno scegliere tra un risarcimento e un altro volo. Lo sciopero è stato indetto dal personale di cabina mercoledì 25 e giovedì 26 luglio. Ora le vacanze per tutti coloro che avevano già prenotato il volo sono chiaramente a rischio. Tutti, però, verranno avvisati attraverso mail o sms. Si parla di uno degli scioperi più grandi di sempre.

SCIOPERO RYANAIR, 600 VOLI CANCELLATI ULTIME NOTIZIE: I MOTIVI E LA RISPOSTA DELLA COMPAGNIA IRLANDESE

Nuovo sciopero per Ryanair indetto dal personale di cabina per il 26 e il 27 luglio, attraverso il quale sono stati cancellati 600 voli in due giorni. La compagnia aerea low cost irlandese ha, però, rassicurato i 100mila passeggeri che avevano in programma di viaggiare da e verso il Belgio, la Spagna e il Portogallo. Ryanair ha dichiarato di aver già contattato con mail e sms tutti i clienti interessati. Tutti gli altri viaggeranno regolarmente. Per la compagnia si tratta del più grande sciopero di sempre.


In particolare, i rappresentanti del personale hanno rivelato che non è stato fatto alcun progresso da parte della compagnia dallo scorso dicembre, durante il quale i sindacati di diversi paesi d’Europa avevano scelto di scioperare prima delle vacanze di Natale. Scendendo nel dettaglio, il personale chiede un miglioramento delle condizioni economiche, della sicurezza e della cultura del posto di lavoro. I lavoratori si lamentano di dover pagare l’acqua potabile durante il lavoro e di dover descrivere per iscritto i propri sintomi quando restano a casa malati. Al momento il personale non ha ancora ricevuto risposta da parte della compagnia e così ha deciso di indire lo sciopero.

Nel frattempo, però, la compagnia irlandese dichiara che questi scioperi sono ingiustificati e l’unico risultato che riuscirà a ottenere il personale sarà quello di rovinare le vacanze ai passeggeri che avevano già prenotato. Inoltre, Ryanair difende le sue politiche di retribuzione e tutela del lavoratore, che sono state giudicate adeguate. Un altro ciclo di scioperi dei piloti è, invece, iniziato giovedì 12 luglio e continuerà anche oggi e domani. Infatti, la compagnia è stata costretta a cancellare 74 voli tra Regno Unito, Grecia, Francia e Germani. Probabilmente domani ne cancellerà altri 24 per mancanza di personale.


Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close