Valentino Rossi, e se stavolta avessi osato troppo?

Aprilia, Honda, Yamaha: il motto di Valentino Rossi è sempre stato Veni,vidi,vici; ma stavolta le premesse sembrano essere tutt’altro che positive. Il livello degli avversari, innanzitutto, è molto alto: sono finiti i tempi in cui il giovane Vale era la giovane lepre alla caccia dei vecchi padroni, quali Gibernau e Biaggi; la situazione ora si è ribaltata, Lorenzo e Stoner guidano la carica della nuova generazione, con l’obiettivo di ottenere, una volta per tutte, lo scalpo del vecchio leader.  Ma anche la situazione fisica non permette di guardare alla stagione incombente con ottimismo. Mal si combacia, infatti, l’ infortunio  alla spalla che lo tormenta da mesi con  una moto che per arrivare al limite richiede condizioni fisiche perfette. Perfetto esempio di questo è il vecchio ducatista Casey Stoner, stremato dagli anni alla guida della Desmosedici e immediatamente tornato ai fasti di una volta con la più agile e maneggevole Honda del team ufficiale. Gli ultimi test effettuati in Malesia hanno ancor più acuito, se possibile, lo stato di frustrazione in cui versa il pluri-campione del Mondo: quasi due secondi di ritardo, la decima posizione in prova, la consapevolezza di non riuscire  almeno per ora, a fare la differenza, nemmeno sui compagni di scuderia meno blasonati quali Hayden e Barbera. Gli irriducibili fan del Dottore di Tavullia hanno aspettato a lungo il binomio Vale-Ducati, il miglior pilota italiano sulla moto italiana: sta a loro due, adesso, far sì che questo sogno divenuto realtà non si trasformi in incubo.

Giovanni Paolino

3 responses to “Valentino Rossi, e se stavolta avessi osato troppo?

  1. non si trasformera in un incubo perchè Vale è forte e si rimetterà intempo per vincere il 10 motomondiale !!!!! sempre forza Vale!!!! <3

  2. E’ una vecchia storia quella dei detrattori di Valentino: già quando passò in Yamaha tutti furono pronti a dire che ormai era finito e che aveva fatto un errore madornale a lasciare la Honda (nb. anche allora vinse il mondiale): basta che Vale abbia un minimo di difficoltà che i soliti uccelli del malagurio sono pronti a darlo per finito: sarà invece bene aspettare e vedere come andrà a finire perchè con Valentino non è mai detta l’ultima e la sua classe non è proprio paragonabile a quella di Lorenzo, tanto per dirne una. E i suoi fan fanno bene a continuare a sostenerlo anche in un momento di difficoltà: per la cronaca questo è quello che fa un vero fan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.