Serie A: Palermo e Lazio ko, pareggia la Roma

La 27esima gioranta del campionato di calcio di serie A, ha regalato emozioni e gol a non finire. A fare notizia è sopratutto il tennistico 7 a  0 rifilato dall’Udinese al Palermo.

La furia del presidente Zamparini si abbatte tempestivamente sul Barbera di Palermo, nel dopogara. I rosanero vengono sepolti dalle sette meraviglie dell’Udinese griffate dai due gioielli di casa Pozzo: Di Natale e Sanchez. Il tecnico Delio Rossi è in bilico e probabilmente sarà sollevato dall’incarico. Certo il ritorno in Sicilia non poteva essere più dolce per un Guidolin, che sta guidando la sua Udinese in una stagione esaltante (c’è da chiedersi chissà con un inizio di campionato differente i Friulani dove si sarebbero trovati ora.).

All’Olimpico Francesco Totti festeggia le sue 600 presenze con la Roma, il penalty trasformato dal capitano e la zampata di Juan però non permettono ai giallorossi di ottenere tre punti, Amauri rimonta il doppio svantaggio con una prodezza balistica e un sinistro sottomisura. I capitolini perdono per infortunio Pizarro e nel secondo tempo appaiono spaesati, senza l’uomo che meglio sa dettare i tempi alla compagine di Montella. Nelle altre gare da sottolineare la vittoria del Cagliari (da quando è arrivato Donadoni mai un pareggio) sulla Lazio che interrompe la striscia positiva di 5 turni, i sardi non sembrano più di tanto aver avvertito la partenza di Matri, veleggiano al nono posto con la quota salvezza a portata di mano. In zona retrocessione chi fa un balzo in avanti è il Cesena, al 90’ Luis Jimenez calcia il rigore decisivo e permette ai bianconeri di avvicinarsi alla zona salvezza. Il Lecce prosegue ad incamerare punti preziosi, pareggia in rimonta a Brescia, che recrimina per un gol annullato a Caracciolo per un fuorigioco dubbio nei minuti di recupero. Nella gara di pranzo il Catania conquista la seconda vittoria consecutiva interna grazie alla coppia argentina Bergessio-Maxi Lopez, un gran gol di Ghezzal permette al Bari di fermare la Fiorentina sul proprio campo, i viola non riescono proprio a decollare in questa stagione nonostante una perla di Gilardino vicino ormai alla doppia cifra nella classifica marcatori.

Tommaso Maria Ferrante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.