Pagelle Milan-Udinese diamo i voti: i migliori e i peggiori

Pagelle Milan-Udinese dopo la gara di Campionato – Non riesce a conquistare i tre punti il Milan contro l’Udinese una delle squadre più in forma del nostro campionato. I rossoneri impattano in un pari casalingo che non soddisfa certamente tutto l’ambiente; la squadra di Allegri ha solamente due punti in campionato contro i 7 dei friulani. Analizziamo insieme i migliori e i peggiori del pareggio 1 a 1 di San Siro.

I migliori in campo 

El Shaarawy 7 – L’attaccante ex Padova sostituisce nel migliore dei modi l’infortunato Pato realizzando la rete del pareggio rossonero e dando gran sostegno a tutta la squadra mostrando impegno e voglia di affermarsi come elemento importante della squadra di Allegri. SORPRENDENTE

Cassano 6 – Il barese  offre una buona prestazione anche se al suo fianco si sente l’assenza di un giocatore forte e decisivo come Ibra.  Dovrebbe tentare più la via del gol per poter essere più decisivo per questa squadra. IMPORTANTE

Seedorf 6 – Giostra con sufficienza il gioco del Milan, è comunque preciso nei passaggi anche se a volte troppo lezioso rallentando così l’azione dei compagni. ORDINATO

 

Di Natale 7 – Offre sempre prove superlative, è un esempio per i suoi compagni di squadra, decisivo nei momenti chiave, realizza un gol da vero opportunista. STREPITOSO

Torje 6,5 – E’ sicuramente un ottimo acquisto, partner ideale di Totò Di Natale, abbina fantasia e concretezza, ha ampi margini di miglioramento. FANTASIOSO

Badu 6,5 – Centrocampista tuttofare  del centrocampo dell’Udinese, rapido e aggressivo, non sta facendo rimpiangere Inler partito per Napoli. LOTTATTORE

 

I peggiori in campo

Abbiati 5 – Errore grossolano sul gol del vantaggio dei friuliani, si riscatta con un paio di parate importanti. L’Abbiati dell’anno scorso ora è lontano anni luce. OFFUSCATO

Van Bommel 5 – Non è ancora in condizioni ottimali l’olandese, lento e confuso, l’età ormai avanzata è un aggravante importante, forse decisivo. MACCHINOSO

Aquilani 4,5 – La discontinuità è il suo tallone d’Achille, non lotta coi compagni e non si inserisce nelle azioni rossonere, impalpabile e assente, da rivedere. INVISIBILE

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.