Euro 2012, la Spagna fa fuori Cristiano Ronaldo

Spagna croce e delizia di Cristiano Ronaldo. Osannato al Santiago Bernabeu e temuto dai rivali delle squadre spagnole per un particolare gioco del destino con il suo Portogallo il campione del Real Madrid, ha trovato sul cammino verso la finale di Euro 2012 proprio la Spagna. La nazionale di Del Bosque ha fatto di tutto ieri per cercare di metterlo in difficoltà ma nonostante questo i lusitani giocano una gara sicuramente superiore a quella dei rivali. Non è una bella gara con due squadre che stranamente, al contrario di quella che è la loro filosofia, hanno paura di perdere. Non bastano 90 minuto a Cristiano Ronaldo per trovare il guizzo giusto e l’incubo di una ennesima eliminazione ai calci di rigore si legge negli occhi dei portoghesi. La Spagna ci crede nel recupero dei supplementari ma la serata deve finire dal dischetto. Cristiano Ronaldo ci prova, suggerendo persino al compagno di squadra, al portierone, l’angolino in cui tirerà Xabi Alonso, e sapete una cosa, lo indovina. Non basta però.

Ancora una volta lui no tira tra i primi, vuole riservarsi l’onore del rigore decisivo o lo fa perchè ha paura di sbagliare all’inizio? I grandi campioni non sbagliano ma in questa strana gara in cui i primi a tirare i penalties sono tutti difensori la strategia cambia e allora concediamo a Cristiano Ronaldo di riservarsi l’ultimo posto. Perccato però che due compagni sbaglino e che Sergio Ramos decida di tirare fuori un cucchiaio che a quanto pare va molto di moda e che Fabregas non abbia nessuna intenzione di mandare la palla fuori da quella rete. Cristiano Ronaldo prega e guarda. Nei suoi occhi lo sguardo di chi ha sprecato l’ennesima occasione, la consapevolezza che qualcosa sarebbe potuta andare in modo diverso. Gli altri hanno tirato, lui no. La Spagna elimina il Portogallo. La Spagna va in finale di Euro 2012. Cristiano Ronaldo fa le valige, si torna a casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.