Federica Pellegrini ko: è solo quinta

E’ la sua gara, quella dei 200 metri stile libero. Federica Pellegrini ha gli occhi del mondo puntati addosso. Non è la campionessa che tutti si aspettavano, o meglio non lo è stata fino a questo momento. Alle Olimpiadi di Londra 2012 non è la Federica Pellegrini di un anno fa. E’ una campionessa spenta con le pile scariche e ha già annunciato che probabilmente per un anno starà ferma per cercare di recuperare la forma persa. La gara dei 100 metri è la sua, lei è la regina di questa specialità e non può sbagliare. Federica si è classificata con il primo posto dopo la semifinale e, dopo l’eliminazione dai 400 per lei un solo obbligo: quello di portare a casa la medaglia d’oro. Non ce la fa, lei è spenta e le altre sono extraterrestri. Un’altra delusione per Federica, un’altra gara da dimenticare.

Federica Pellegrini ko: nulla da fare per lei

Entra nel palazzetto emozionata ma per lei solo applausi anche se il tifo si fa sentire anche per le altre nuotatrici. La tensione si taglia con un coltello mentre si aspetta la partenza. Fede non deve sbagliare e dopo aver messo occhialetti e cuffia si prepara per la gara più importante; pochi metri che possono voler dire oro con il suo Filippo Magnini ad osservarla e fare il tifo per lei.

Al primo passaggio non è nelle prime tre atlete ma è nel suo stile, quello di non caricare tutto subito. Sembra essere in difficoltà Federica a confronto delle altre atlete compagne sembra essere ultima. Una prestazione da paura per l’atleta americana che cerca il record del mondo. Allison Schimtd è la prima con un record da mettere in bacheca.

Gara da dimenticare per la Pellegrini, Olimpiadi iniziate male e finite peggio. Grande delusione per lei ma soprattutto per l’Italia che ha sempre creduto in lei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.