Miracolo europeo: Eriksen stabilizzato, le ultime notizie dall’ospedale

Miracolo all’europeo” così titola un giornale italiano, il Corriere dello sport questa mattina. E probabilmente è davvero un miracolo quello che è successo ieri, dopo il malore in campo di Christian Eriksen durante la partita che ha visto sfidarsi Danimarca e Finlandia. A pochi minuti dalla fine del primo tempo, il calciatore danese si accascia al suolo. Le telecamere riprendono pochi istanti il suo volto: ha gli occhi sbarrati, poi perde i sensi. Il pochi secondi i compagni del calciatore che milita nella nostra Serie A si rendono conto di quello che sta succedendo. Fanno cerchio intorno a lui per tutelarlo. La moglie di Eriksen arriva disperata sul manto erboso, il capitano la stringe in un abbraccio fortissimo. Oltre 15 minuti di massaggio cardiaco, l’Europa intera è con il fiato in sospeso. Si ferma tutto. Facciamo tutti il tifo per il giovanissimo calciatore che sei mesi fa è diventato padre per la seconda volta. Siamo lì, davanti alla tv, in macchina con la radio accesa, davanti allo smartphone. In un silenzio assordante, quello dello stadio di una Copenaghen che attonita assiste a una scena che mai avrebbe immaginato di vedere. I minuti passano, le domande aumentano, la paura cresce. Poi dopo un quarto d’ora il calciatore viene portato via. Non si vede nulla, non sappiamo nulla fino a quando non arriva quella foto. E’ uno scatto che sa di speranza: Eriksen ha gli occhi aperti, si tocca la fronte, è intubato ma cosciente. Pochi minuti dopo il comunicato ufficiale: portato in ospedale, le sue condizioni si sono stabilizzate.

Un miracolo europeo, le ultime notizie : Eriksen stabile in ospedale

E’ il miracolo di questo europeo, l’ottimo lavoro dei medico che lo hanno soccorso, il gesto del capitano danese che ha saputo come posizionarlo in campo, quelle lacrime dei compagni che hanno fatto scudo. Sono immagini fortissime che continuano a scorrere davanti ai nostri occhi. Attendiamo di sapere se la gara riprenderà o meno, se davvero Eriksen sta bene come ci dicono. E poi finalmente la notizia: il calciatore ha chiamato la squadra, ha detto di tornare in campo, di giocarla questa partita. Che purtroppo finirà con una sconfitta, ma per la Danimarca la vittoria più grande in questa strana serata dal sapore europeo è di certo un’altra.

“Fortuna che sia successo mentre Eriksen era in campo“. Roberto Vannicelli, cardiologo dello sport e medico della nazionale di pallavolo, al telefono con l’ANSA commenta così: “Ho ripensato subito a Morosini, mi è sembrato di rivedere la stessa scena – dice – Ma è stato fatto tutto il necessario, per quello che ho visto io. Il soccorso è stato immediato, il protocollo è stato rispettato e ora mi sembra di poter dire che il peggio è passato”. E speriamo di poterlo dire anche noi anche se ci aspettavamo di iniziare la giornata con una foto del calciatore, una storia dai social. Purtroppo però non deve essere stata una passeggiata di salute questa nottata complicata. Tra la paura che possa risuccedere e il fantasma di quello che è stato. Non sarà facile per Eriksen tornare in campo.

Al momento non ci sono molte altre notizie sulle condizioni del calciatore. Sappiamo che Eriksen e’ ora ricoverato al Rigshospitalet di Copenaghen. E’ sveglio e stabile e sarà sottoposto a nuovi accertamenti anche nelle prossime ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.