La magica domenica italiana: Mattarella ringrazia la nazionale italiana e Berrettini

Benvenuti, non è giorno di discorsi ma di applausi e ringraziamenti: complimenti. Presidente Gravina, abbiamo visto la partita ieri fianco a fianco. Complimenti alla squadra. Ieri sera avete meritato al di là della vittoria ai rigori perché avete disputato la partita con due handicap: giocare in casa degli avversari e quel gol a freddo che avrebbe messo chiunque in ginocchio” inizia con queste parole il discorso di Sergio Mattarella che, dopo aver assistito ieri al trionfo dell’Italia sul campo di Wembley, accoglie la squadra e lo staff tecnico nella capitale. Felice e orgoglioso di questi ragazzi, Mattarella ha continuaro: ” avete vinto ugualmente, è stata un’impresa. Ieri a Wembley ho detto che siete stati circondati dall’affetto degli italiani e li avete ricambiati rendendo dono allo sport, come ha fatto Berrettini. Confermo anche oggi queste parole.

Non solo calcio ma anche tennis, dopo la grandissima finale a Wimbledon. Ieri a Londra si respirava una strana aria, il cielo era più azzurro del solito. E Mattarella non poteva che ringraziare anche Berettini, per il miracolo compiuto ( tra l’altro la partita di tennis su Tv8 ieri è stata seguita da 3 milioni di persone, a dimostrazione di quanto lo sport unisca ancora gli italiani). Anche il campione era presente questo pomeriggio a Roma. E Mattarella ha commentato: “Presidente Binaghi, complimenti anche a lei. Berrettini, arrivare in finale a Wimbledon è già un traguardo ma vincere quel primo set in rimonta è una vittoria.

I complimenti di Mattarella per la nazionale

Il presidente della Repubblica ha poi continuato: “Tornando alla Nazionale, avete reso onore allo sport anche per il gioco espresso, avete vinto con un magnifico gioco, divertendoci. Avete manifestato questo legame comune che vi ha unito, una grande armonia di squadra, tutto questo è il senso dello sport. Complimenti a Mancini, la rivoluzione che ha introdotto a livello di gioco si è vista: grazie davvero.

Un grazie sentito e anche commosso: “Estendo il ringraziamento a tutto lo staff della Nazionale: Oriali, Evani, De Rossi… e in particolare a Vialli, si è visto che ha espresso i sentimenti e le emozioni che tutti noi sentivamo a casa. Complimenti a Donnarumma per il premio di miglior giocatore del torneo, quel secondo rigore parato ha reso felici milioni di persone.

E poi parole genuine che hanno colpito molto sia i calciatori che il pubblico che stava seguendo questo evento: “Voglio ricordare anche io Astori. Infine vorrei ringraziarvi uno per uno ma ne scelgo due: il capitano Chiellini e Spinazzola, che ha raggiunto la premiazione con le stampelle. Avete pienamente meritato questo trofeo, complimenti. E auguri per il futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.