Valentino Rossi dice addio alla MotoGP: Viaggio fantastico ma finisce qui

Lo avevano capito tutti questa mattina, quando era stata annunciata la conferenza stampa con Valentin Rossi protagonista, che il nostro campione, avrebbe avuto qualcosa da dire, che la giornata di oggi in qualche modo, sarebbe stata più che significativa. E così è stato. Il 5 agosto 2021 passerà alla storia del motociclismo: resterà per sempre il giorno in cui Valentino Rossi, nove volte Campione del Mondo, ha annunciato il ritiro dalle corse. E’ il giorno dell’addio, anche se a dire il vero, Rossi ha annunciato il suo ritiro dalla MotoGP il che significa non necessariamente scendere da quella sella che è stata la sua vita. Per il nostro paese, ma non solo, Valentino Rossi resterà il più grande di sempre. Una vera e propria leggenda vivente con i suoi 25 anni dedicati alle corse, al motomondiale.

La notizia era nell’aria e non a caso da questa mattina, sui social spopolano gli hashtag dedicati al campione. E dopo la conferenza stampa di questo pomeriggio, sui social si possono leggere migliaia e migliaia di commenti, in tutte le lingue. La frase più diffusa: “Con il ritiro di Valentino Rossi è la fine di un’era“. Ed è proprio così.

E non poteva mancare un grazie per tutti i tifosi che gli sono stati vicini in questi anni, 25. “È stato un lungo viaggio insieme, molte persone che oggi tifano per me o corrono con me non erano ancora nate quando io ero in pista e arrivano a questo momento insieme a me. È stato un supporto incredibile e a volte difficile da comprendere anche per me, ma mi rende orgoglioso e penso che ci siamo divertiti insieme. La decisione l’ho presa nel corso della stagione” ha detto Rossi in conferenza stampa.

Valentino Rossi annuncia il ritiro dalla MotoGP

Ho deciso di fermarmi a fine stagione. È dura prendere questa decisione, avrei voluto correre per altri 25 anni ma è arrivato il momento di dire basta. Purtroppo, quindi, questa sarà l’ultima metà stagione come pilota MotoGP” ha detto il campione italiano. Poi ha sottolineato: “È un momento triste e difficile, dire che l’anno prossimo non correrò con una moto. Ho fatto questo per quasi 30 anni e l’anno prossimo la mia vita cambierà da un certo punto di vista. Ma è stato grandioso e mi sono divertito tantissimo. È stato un percorso lungo e molto divertente, con momenti indimenticabili con tutto il mio team e i ragazzi che lavorano con me”.

Il dottore , ha spiegato che non è stato semplice, che ci ha pensato per molto tempo ma che alla fine ha maturato questa decisione. “La mia carriera è stata molto lunga e ho vinto tante gare, ma alcune vittorie e momenti che ho rivisto nel video sono indimenticabili. Pura gioia. Qualcosa che mi ha fatto sorridere per una settimana” ha aggiunto Rossi.

E ancora: “È stato difficile perché avevo l’opportunità di gareggiare in MotoGP con mio fratello e mi sarebbe piaciuto, ma va bene così. Abbiamo ancora metà stagione, credo che sarà più difficile quando si arriverà all’ultima gara. Sto soltanto comunicando la mia decisone e non posso lamentarmi della mia carriera. Ho sempre dato tutto, cercato di dare il mio massimo per restare in gioco e al top”.

Cosa farà adesso? La risposta non manca: “Adoro correre con le auto, forse appena meno che con le moto. Quindi penso che correrò con le auto, ma è ancor un processo in corso. Non ho preso alcuna decisione. Mi sento un pilota in moto e in auto e lo sarò per tutta la vita. Penso che correrò comunque”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.