Da Chi l’ha visto l’intercettazione shock sul caso Denise Pipitone

Nella puntata di Chi l’ha visto andata in onda il 10 dicembre 2014 si è parlato della scomparsa di Denise Pipitone e di questa intercettazione che dopo dieci anni potrebbe raccontare la verità in merito a quello che è successo l’1 settembre 2004 il giorno in cui la piccola Denise non fece più ritorno a casa. L’intercettazione shock sembrerebbe incastrare Anna Corona ex moglie di Pulizzi, il padre della piccola Denise. Fino a questo momento la persona su cui si puntavano i riflettori e anche le accuse degli inquirenti era un’altra: Jessica Pulizzi, sorellastra di Denise. Ma con questa intercettazione ripulita con i nuovi sistemi, la pista diventa un’altra. Nel file audio che le forze dell’ordine hanno reso pubblico in questi ultimi giorni, si sentirebbero parlare Alice e Jessica. Le due stanno conversando e parlano di Denise. Vi diciamo già, prima di dire quello che è il poco che si capisce dalla conversazione, che i legali della famiglia Pulizzi e di Anna Corona dicono che non si sente nulla, che sono tutte invenzioni.

Riportiamo quello che secondo chi indaga si ascolterebbe dalla conversazione tra Jessica e Alice.

Jessica dice: “Eravamo a casa. L’ha uccisa la mamma a Denise”
Alice risponde: “L’ha uccisa la mamma?”
Poi Jessica dice qualcosa di incomprensibile, si sentono dei rumori di sedia e per finire Alice commenta: “Le dici tu ste cose…Boh…”

Uno dei punti non ancora chiariti in tutti questi anni di indagine porta proprio al giorno della scomparsa di Denise. Piera pensa subito che si possa trattare di una vendetta familiare e sa chi le vuole del male. Indirizza quindi i Carabinieri verso Anna Corona e verso sua figlia che già in passato, secondo quello che è il racconto di Piera, le avevano fatto delle minacce. Quando i Carabinieri arrivano a casa della Corona però non perquisiscono la giusta abitazione, si fermano al piano di sotto credendo che fosse quella la casa della donna.

Piera Maggio commenta così: “Io sono convinta che Denise era in quella casa, era lì.

PER ASCOLTARE IL FILE AUDIO: CLICCA QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.